Grazie all’apporto di Raffaele Pignataro, più noto come “ il maestro del lievito e dei lievitati “ Maurizio Valentini ha dato corso, dopo tanti anni di appassionata ricerca e di gestioni nel mondo delle pizzerie delivery ( ne ha aperte ben tredici ), alla apertura di un forno che ha dell’assolutamente particolare, tanto da averlo battezzato con il nome, adeguatissimo, di “ Assoluto “.

Maurizio è un grande della pizza ed i suoi precedenti parlano chiaro ( tra l’altro è un innovatore nel settore del gluten free ) e deve la fama della quale gode particolarmente alla sua “ Pizzeria Magnifica “;ma ora, con questa sua ulteriore iniziativa, ha imboccato la strada della somministrazione al banco dando vita ad una operazione in un quartiere che per ubicazione, per popolazione, per frequentazione si mostra particolarmente adatto al perfezionamento ed alla realizzazione delle sue idee.

E di chi poteva servirsi Maurizio se non di un altro “grande”? Soltanto di quel Raffaele Pignataro depositario della ben nota pasta madre che va sotto il nome di “ Ciro “ utilizzando esclusivamente la quale il nuovo forno porrà in produzione i suoi nuovi sapori e profumi del tutto simili a quelli che si potevano assaporare tanti anni fa nell’antico quartiere popolare di Testaccio, tra i resti di un emporium di origine romana imperiale e di una recente archeologia industriale che evidenziano ancor oggi, a pochissima distanza da quel “ Monte Testaccio “ ex discarica” di epoca romana di scarti di cocci” un modo di vivere e di gustare il cibo che non trova eguali..

Ispirandosi quindi alla tradizione Valentini riprende e continua l’abitudine romana del mangiar bene, preparando cibi ed alimenti di antica origine in un’area della Capitale caratterizzata attualmente da un eclettismo che il progettista del locale, l’Arch. Antonio Delicata, ha ben saputo evidenziare pur nella sua gradevolissima razionalità

Non solo buon pane, ma anche altri ottimi prodotti da forno che abbiamo avuto modo di degustare nel corso di un pre opening durante il quale è risultata evidente la constatazione di come il locale di Via Galvani 35 sia anche attrezzato con razionali postazioni per la consumazione fai da te dotate finanche di piccole cassettiere porta posate posizionate sotto ogni seduta e che fanno tanto “ casa mia “.

Molto apprezzati inoltre, nel bel locale tutto legno e ferro, gli angoli dedicati ad eccellenze alimentari originali italiane quali pasta, olio, confezioni sott’olio, ottime passate di pomodoro che hanno condito buonissime ed appetitose lasagne ed una ottima amatriciana fatta circolare nel nuovo locale per il gusto dei giornalisti presenti i quali hanno anche apprezzato l’ottima birra artigianale prodotta per “ Assoluto “.

Commenti

commenti