Presentata oggi la nuova edizione del Bifest, a Bari dal 21 al 28 aprile: tre premi Oscar  Bertolucci, Tornatore e Storaro, le grandi lezioni di cinema con Favino, Ramazzotti, Albanese, Martone, von Trotta, Baudo,  Carofiglio, De Cataldo,Emiliano, Storaro, Bertolucci. Le grandi anteprime al Petruzzelli, l’omaggio a Trovajoli, le retrospettive su Marco Ferreri e Franco Cristaldi , il cinema di Herzog.

Queste le note caratteristiche fondamentali del Bifest il cui programma è stato annunciato e che si terrà al Teatro Petruzzelli di Bari dal 21 al 28aprile prossimi.

Le grandi anteprime internazionali si apriranno con Roman J. Israel, ESQ. (End of Justice: nessuno è innocente)di Dan Gilroy con Denzel Washington e Colin Farrell.

Seguiranno: Unsane di Steven Soderbergh con Claire Foy, Jeshua Leonard, Juno Temple;The Reports on Sara and Saleem di Muayad Alayan; La douleur di Emmanuel Finkiel conMélanie Thierry, Benoît Magimel; Der Hauptmann (The Captain) di Robert Schwentke conMax Hubacher e Milan Peschel; Prima che la notte di Daniele Vicari con Fabizio Gifuni eLorenza Indovina.

Il 22 aprile sempre al Teatro Petruzzelli si terrà l’omaggio a Armando Trovajoli Armando Trovajoli, La musica tra teatro e cinema. Cine-concerto con Rita Marcotulli al pianoforte, Peppe Servilloalla voce, Luciano Biondini alla fisarmonica, Daniele Tittarelli al sax, Ares Tavolazzi al contrabbasso, Alessandro Paternesi alla batteria, Enrico Rava alla tromba. Una produzione originale del Festival Creuza de Mà – Musica per Cinema, ideata da Gianfranco Cabiddu, con la direzione musicale di Rita Marcotulli. Evento speciale introdotto da Pippo Baudo, grande amico e estimatore di Trovajoli.

In chiusura sabato 28 aprile sarà proiettata la versione restaurata dalla Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia di Ultimo tango a Parigi alla presenza del registaBernardo Bertolucci.

Le sempre più attese e affollate Lezioni di Cinema vedranno protagonisti Pierfrancesco Favino(sabato 21 aprile), Pippo Baudo (domenica 22), Micaela Ramazzotti (lunedì 23), Antonio Albanese (martedì 24), Mario Martone (mercoledì 25), Margarethe von Trotta con Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo e Michele Emiliano (giovedì 26), Vittorio Storaro (venerdì 27), Bernardo Bertolucci (sabato 28). Alle prestigiose personalità verrà consegnato il “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”.

Per il Panorama Internazionale verranno presentati in concorso 12 film provenienti da tutto il mondo.  Una giuria di 30 spettatori – presieduta da Gianluca Carofiglio – attribuirà i tre Bif&st International Award, per il Miglior Regista, per il Miglior Attore e per la Migliore Attrice. I film selezionati sono :  Hva Vil Folk Si (What Will People Say/Cosa dirà la gente) di Iram Haq;Charmøren (The Charmer) di Milad Alami; Une part d’ombre di Samuel Tilman; Fortuna di Germinal Roaux; Barley fields on the other side of the mountain di Tian Tsering; Den 12.mann(The 12th Man) di Harald Zwart; Voina Anny (Anna’s War) di Aleksej Fedorčenko; Xolo di Giuseppe Valentino; To teleftaio simeioma (The Last Note) di Pantelis Voulgaris; Der Hauptmann (The Captain) di Robert Schwentke ; Un pas in urma serafimilor (One Step Behind the Seraphim) di Daniel Sandu ; Vent du nord di Walid Mattar.

Due gli eventi speciali al Petruzzelli La lucida follia di Marco Ferreri di Anselma Dell’Olio e Due piccoli italiani di Paolo Sassanelli con Francesco Colella e Paolo Sassanelli.

Due le sezioni dell’ItaliaFilmFest i cui Premi sono intitolati ai più importanti e famosi personaggi di ciascuna specialità. I lungometraggi in concorso, cioè i film usciti in Italia nell’anno e votati da una giuria di autorevoli critici, i cui vincitori saranno annunciati il 13 aprile e premiati sera dopo sera al Petruzzelli. Su di loro ogni giorno un Focus, condotto da Franco Montini. Le Opere prime e seconde in Concorso, valutate da una giuria di 30 spettatori, presieduta da Giancarlo De Cataldo, che attribuirà i premi al Miglior Regista, alla Migliore Attrice e al Miglior Attore.

Ormai consolidata la sezione Cinema & Scienza, patrocinata dal CNR e organizzata con l’Università Aldo Moro, il Politecnico di Bari e il Goethe Institut, vede quest’anno al centro sette documentari di Werner Herzog.

Il programma si arricchisce di Cinema & Arte, una nuova sezione che verrà ampiamente sviluppata nelle prossime edizioni, Cinema & Musica, dedicata a Luis Bacalov, recentemente scomparso e Cinema & Medicina, una rassegna che prelude a una futura collaborazione strutturata.

Due le retrospettive del Bif&st 2018: la prima dedicata a Marco Ferreri, in collaborazione con CSC- Cineteca Nazionale, prevede la proiezione di lungometraggi, cortometraggi, documentari, film tv, e documentari sul regista, oltre a una grande Mostra fotografica realizzata con la Cineteca Nazionale; e la seconda dedicata al produttore Franco Cristaldi, con film e dibattiti, in collaborazione con la Feltrinelli, alla presenza di registi quali Giuseppe Tornatore, attrici, attori e critici.

Del regista Premio Oscar a Bari verrà proiettata la versione restaurata di Nuovo Cinema Paradisoche fu presentato proprio a Bari in anteprima mondiale Il 29 settembre 1988, nell’ambito del festival EuropaCinema ideato e diretto da Felice Laudadio, successivamente il film avrebbe ottenuto il Premio speciale della giuria al Festival di Cannes e il Premio Oscar. È questo lo spunto da cui prende avvio il tributo dedicato al grande produttore Franco Cristaldi con 25 film da lui prodotti e con il documentario di Massimo Spano Franco Cristaldi e il suo cinema “Paradiso”(2008).

Completano il programma: i Laboratori, due seminari formativi sul lavoro del direttore della fotografia, condotto da Luciano Tovoli e un secondo dedicato alla critica cinematografica, condotto da Paolo D’Agostini; le Conferenze e gli incontri al Circolo Barion aperti anche al pubblico; le proiezioni per le Scuole, a ingresso gratuito, per gli studenti delle scuole medie secondarie di Bari e provincia.

 Il Bif&st 2018, nona edizione del Bari International Film Festival, è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, promosso dalla Regione Puglia – presidente Michele Emiliano; dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale retto da Loredana Capone; con la collaborazione del Comune di Bari, sindaco Antonio Decaro; prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission presieduta da Maurizio Sciarra, direttore generale Antonio Parente. Main media partner: RAI. Media partner: Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica, Ilikepuglia, La Feltrinelli. In collaborazione con l’Università degli Studi Aldo Moro e il Politecnico di Bari.  Presidente del Bif&st – ideato e diretto da Felice Laudadio –  è la regista Margarethe von Trotta, presidente onorario è Ettore Scola. Consulente della direzione direzione artistica: Fabio Ferzetti, direttore organizzativo: Angelo Ceglie. RUP:Cristina Piscitelli. Coordinamento: Angela B. Saponari. Project manager: Serge D’Oria.

Sponsor della manifestazione – che nell’edizione 2017 fece registrare la presenza di oltre 75.000 spettatori – sono Confindustria Bari e BAT presieduta da Domenico De Bartolomeo, ANCE Bari e BAT presieduta da Giuseppe Fragasso, il Gruppo Menelao presieduto da Michele Boccardi e il Gruppo Marino Automobili presieduto da Luisa Cavallo Marino. Sponsor tecnici sono le società Monile di Aldo Arata e MarioMossa Gioielliere, Aeroporti di Puglia, Circolo Barion.

Il Bif&st è una iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulla dotazione del FSC 2014-2020, Patto per la Puglia, Area di intervento IV.

 

Commenti

commenti