Nel weekend del 23 e 24 settembre Modena Fiere ospiterà la quinta edizione della kermesse Ben 355 gli espositori, su 28 mila metri quadrati – Rarità a due e quattro ruote assicurate per 35 milioni di euro. La quinta edizione di Modena Motor Gallery è al via: due giorni nel cuore della Motor Valley emiliana, terra di prestigiose Case di auto e di moto, dove sono state scritte pagine importanti di storia del motorismo. L’appuntamento è per questo weekend: sabato 23 e domenica 24 settembre a Modena Fiere. Nella Galleria avverrà l’inaugurazione,sabato 23 settembre alle ore 10.45 alla presenza delle autorità, anticipata dalla Corale Rossini con l’Inno di Mameli.

Ad attendere i visitatori c’è un piatto ricco: oltre 28 mila metri quadrati per una kermesse che vede protagonista la mostra-mercato con 355 espositori, di cui 11 stranieri, pronti a offrire auto e moto da sogno. Si tratta infatti di una rassegna di pezzi d’epoca di grande valore: i mezzi esposti sono assicurati per un valore complessivo di 35 milioni di euro da BIG Broker Insurance Group. Ci saranno anche due padiglioni dedicati alle attività commerciali dove acquistare ricambi, gadget, memorabilia.

“Terra di motori, Modena e l’Emilia sono anche eccellenza gastronomica e turistica: la nostra manifestazione punta ancor più l’attenzione sull’interazione tra questi elementi”, spiega Mauro Battaglia, il patron di Vision Up, che organizza la kermesse in collaborazione con Modena Fiere. “Non voglio essere immodesto ma credo che questa sarà la Motor Gallery più bella di sempre con i modelli Ferrari Scaglietti, l’asta Barn Finds My Love, la presenza ufficiale di tutti i Musei della Emilia Romagna, 2 film motoristici in anteprima è un omaggio al grande Walter Villa Campione del mondo della 250cc”.

 Nella terra ricca di passione per i motori, e fucina di meccanici, ingegneri, battilastra e carrozzai, l’identità con il territorio continuerà a trasparire in ogni aspetto dell’esposizione e in particolare attraverso la presenza del Museo Ferrari di Maranello, del Museo Enzo Ferrari di Modena, del Museo Lamborghini di S.Agata Bolognese e della casa di Horacio Pagani oltre che delle collezioni private di Righini, Stanguellini e Panini.

Modena Motor Gallery esporrà le più belle ed esclusive Ferrari Scaglietti di importante valore storico e sportivo con la mostra “Le Ferrari di Sergio Scaglietti, Maestro Carrozzaio”, realizzata grazie alla collaborazione del figlio di Scaglietti, Oscar, di diversi collezionisti e di Franco Bacchelli, uno dei più autorevoli carrozzai che ha lavorato con Sergio Scaglietti.

Tra le auto in esposizione, la rarissima Ferrari 340 MM 1953 #0294 della quale sono stati prodotti soltanto due esemplari: il modello con il telaio #0294 rappresenta infatti una delle due barchette carrozzate da Touring e poi da Scaglietti. Recentemente in un’asta internazionale è stata aggiudicata a 9 milioni di euro. Caratterizzata da una lunga storia di successi e popolarità, è considerata tra le più potenti vetture concepite da Ferrari.

Tutta da vedere anche la Ferrari Dino GTS del 1972E’ una vettura il cui valore oscilla fra i quattrocento e i cinquecentomila euro.

Al Modena Motor Gallery si terrà un appuntamento molto particolare: l’asta Barn Finds My Love – Rottami d’amore con busta chiusa di auto e moto di grande valore, e di alcune pezzi rari. Circa 40 i pezzi all’asta, con valore compreso tra 10 e 140 mila euro indicativi. Il termine per le offerte scadrà domenica 24 alle ore 16.00. L’allestimento scenico sarà parte integrante dell’asta, e prenderà spunto dall’evento organizzato da Artcurial a Retromobile, a Parigi, due anni fa.

Il Circolo della Biella Autostoriche, nella ricorrenza del 30° anno di rifondazione, proporrà una selezione delle vetture più rappresentative della storia del Circolo che ha annoverato tra i suoi soci personaggi come Enzo Ferrari, Luigi Villoresi, Maria Teresa De Filippis e Juan Manuel Fangio. 

A Modena Motor Gallery si svolgerà anche una conferenza per ripercorrere la vita del designer statunitense Tom Tjaarda, che ha disegnato alcune delle automobili più innovative sotto il profilo stilistico: Ferrari 330, 124 Spider, Pantera, Fiesta, Y10 solo per ricordarne alcune.

Grazie all’attività del Moto Club 2000, Modena Motor Gallery ospiterà anche una carrellata di circa trenta moto fuoristrada degli anni Settanta e una selezione di Lambretta per celebrare i primi settant’anni dello storico marchio.

Lungo la Galleria si affacceranno anche diversi artisti con una presentazione dei loro lavori e uno spazio particolare sarà dedicato alla Motor Valley, il brand che promuove il patrimonio motoristico unico della Regione Emilia Romagna e che è da sempre sostenitore di Modena Motor Gallery.

Per il quinto anno consecutivo l’Automobil Club d’Italia e il suo club di appassionati di auto storiche sostiene Modena Motor Gallery. Nell’Agorà di ACI Storico, diversi gli appuntamenti e le presentazioni, fra le quali quella del libro “Ferrari gli anni d’Oro”, di Leonardo Acerbi, con Giorgio Nada e Mauro Forghieri. Sabato 23 settembre alle 11.00 Leo Turrini intervisterà Horacio Pagani. 

Agli artigiani sarà riservato come sempre uno spazio importante e saranno la “corona” di un intero padiglione dedicata ai commercianti di auto. Sarà possibile anche vedere dal vivo le performance degli artigiani: dopo l’interesse suscitato nella precedente edizione, alcuni giovani mostreranno in diretta come si batte e si modella una lastra.

All’esterno, i privati proporranno la vendita di auto e moto e un ampio spazio sarà riservato a ricambi e accessori.

Le Ferrari in Piazza RomaSabato 23 settembre alle 17.00 appuntamento in piazza Roma davanti all’Accademia Militare con decine di auto Ferrari che formeranno una grande lettera “S” a simboleggiare l’iniziale di Scaglietti. L’evento si svolgerà in collaborazione con il Ferrari Club Italia.

Orari di apertura: sabato 23: dalle 9.00 alle 19.00, domenica 24: dalle 9.00 alle 18.00

Biglietti: intero: € 10,00, ridotto: € 8,00

 

 

 

Commenti

commenti