Si svolgerà dal 3 al 5 agosto a Catania, nel Parco di Radicepura, la seconda edizione del Garden-in-Movies, la rassegna cinematografica diretta da Ornella Sgroi e organizzata dalla Fondazione Radicepura sotto la guida di Mario Faro, con il rinnovato patrocinio del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania.

L’evento, ospitato all’interno di un salotto botanico a cielo aperto alle pendici dell’Etna, vanta quest’anno la partecipazione di alcuni cortometraggi a tema, una rosa di corti giunti in finale dopo che la giuria ha operato una selezione tra 2300 opere arrivate da ogni parte del mondo.

Tre giorni di proiezioni, incontri e conversazioni con autori, registi, attori ed esperti presenti; oltre ai cortometraggi, tre lungometraggi esploreranno la cultura e l’essenza mediterranea attraverso la forza delle radici, temi ispiratori delle tre sezioni che contraddistinguono la rassegna sin dalla prima edizione: il film “Caina” di Stefano Amatucci per la sezione Radici (venerdì 3 agosto), il film “La villa” di Robert Guédiguian per la sezione Essenza mediterranea (sabato 4 agosto) e il film di animazione “Big Fish & Begonia” di Liang Xuan e Zhang Chun per la sezione Oltre il giardino (domenica 5 agosto).

Le pellicole, tanto i lungometraggi in rassegna quanto i cortometraggi in concorso, verranno proiettate in lingua originale con sottotitoli in italiano e/o inglese.

(Photo by Elisabetta A. Villa/Getty Images)

Tanti gli ospiti previsti: Valentino Picone, nella veste inedita di produttore del corto “Processo a Chinnici” di Marco Maria Correnti, l’attrice Manuela Ventura, reduce dagli impegni televisivi e prossimamente a teatro con uno studio sul testo di Nadia SpicugliaFranceschi “Agammennona”  e il regista Claudio Giovannesi, in veste di giurati dello ShortFilmFest, i fratelli Stefano e Luisa Amatucci, regista e attrice del film “Caina”, un vero scossone cinematografico, e Antonio Perazzi e Sarah Eberle, architetti paesaggisti di fama internazionale.

Commenti

commenti