Il cantautore milanese Niccolò Agliardi é il protagonista di un programma televisivo che si evidenzia per la sua originalità e per posizionarsi al di fuori della normale programmazione musicale di Rai1: a partire da martedi 26 giugno è in onda “ Dimmidite “, un format attraverso il quale Agliardi, in giro per l’Italia, raccoglie storie di persone comuni trasformandole in canzoni.

Nella puntata andata in onda la sera del 26 giugno la storia di un uomo di Momperone ( AL ) che a causa di problemi di sonnambulismo è stato protagonista di un incidente le cui conseguenze sono state felicemente superate grazie all’aiuto dei suoi genitori.

A coadiuvarlo in questa sua fatica sei amici: Fabrizio Moro, Eugenio Finardi, Emis Killa, Chiara Galiazzo, Zero Assoluto e L’Aura ed i componenti di una band formata da Gianluigi Fazio, Tommaso e Giacomo Ruggeri e Francesco Lazzari che, dall’interno di un loft, trasformano storie raccolte durante il tour, come ha già fatto ieri sera Fabrizio Moro, in canzoni che hanno lo scopo di far diventare universale ognuna di esse.

Lavoro difficile quello nel quale è impegnato Niccolò Agliardi perché trasformare in parole e musica storie di vita, a volte tragiche, non è assolutamente comune ed è di difficile riuscita: alla base della filosofia del cantautore l’assunto che la vita è si una cosa seria, ma da prendere con leggerezza; il mixaggio tra storie di vita vissute ed intrattenimento in TV è un progetto sui generis che si distingue per l’utilizzo della musica per raccontare, attraverso le telecamere, emozioni che spesse volte si concludono con una vera e propria sorpresa ed al di fuori della normale produzione televisiva.

Il programma è prodotto da Gloria Giorgiannì e va in onda, in seconda serata, ogni martedì per sei puntate.

Commenti

commenti