Galà al Bambino Gesù

Galà al Bambino Gesù

Lo scorso 16 luglio, all’interno del meraviglioso salone Ritz dello storico Hotel St Regis in via Vittorio Emanuele Orlando a Roma, si è tenuta una prestigiosa iniziativa benefica organizzata dall’Associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”, fondata e presieduta da Sara Iannone: un Gran Gala de Charitè in favore del reparto oncologico dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù per l’occasione rappresentato dal direttore sanitario, il dr. Massimiliano Raponi.

In particolare, i fondi raccolti sono stati destinati all’Associazione Davide Ciavattini Onlus che ospita i genitori dei piccoli malati oncologici ricoverati per lunghi periodi; all’evento ha partecipato anche la Fondazione Boccadamo nota per le sue iniziative a favore di giovani volontari che intendono portare un sorriso ai bambini malati e che, con l’occasione ha manifestato la volontà di mettere a disposizione la sua rete di volontari per il reparto oncologico del Bambino Gesù.

La serata, della quale è stata madrina Maria Giovanna Elmi, ha avuto inizio con un cocktail di benvenuto ed è continuata attraversando momenti di grande spessore culturale ed umanitario, primo fra tutti il concerto d’archi tenuto dall’Accademia Ergo Cantemus di Tivoli presieduta da Luana Frascarelli.

Tema portante della manifestazione benefica è stato il rapporto tra cristianità e potere: la senatrice Maria Rizzotti nel suo pregnante intervento ha spiegato come le donne siano capaci di mettere il potere del quale dispongono a disposizione della generalità dei cittadini portando ad esempio Sant’Elena, donna di potere eppure santa. Di Sant’Elena hanno trattato, nei loro interventi anche Corrado Calabrò, giurista e poeta, Mons. Luigi Francesco Casolini di Sersale, rettore dell’Associazione Cavalieri di San Silvestro, la principessa Laura Froio Spreti Malmesi e Gennaro Famiglietti, coordinatore nazionale della Fe.N.Co – Federazione Nazionale Consoli, in un dibattito che ha avuto per tema la capacità femminile di segnare la politica, il sociale, la cristianità in genere.

Le peculiarità delle doti femminili, la capacità di agire su più fronti ottimizzando le risorse per raggiungere gli obiettivi che si prefiggono, sempre mantenendo l’attenzione allo scopo ultimo che è il bene comune, sono il fondamento dell’iniziativa di “Donne e uomini liberi e forti”, organizzazione de “L’Alba del Terzo Millennio”, della quale è Presidente la Dott. Sara Iannone, nata alcuni anni fa per riunire donne capaci, autorevoli e sensibili ai valori umani, nel senso più ampio del termine, alla guida di una realtà apartitica e trasversale, capace di proporre e realizzare progetti politici e sociali. Un movimento a guida femminile, ma che crede nella complementarità tra uomo e donna convinto che soltanto con l’unione delle diverse peculiarità sia possibile realizzare una società veramente civile, democratica e umana.

La serata è proseguita con una cena di gala realizzata dallo Chef del St Regis, e si è conclusa con il sorteggio di preziosi premi posti in palio per contribuire alla raccolta fondi: bottiglie magnum di pregiato champagne offerto dalla rinomata casa Henriot e presiosi gioielli offerti dalla casa orafa Boccadamo.

Tra gli illustri ospiti: Antonio Porsia e signora; Fabia Baldi; Vincenzo Sanasi D’Arpe; Stefano Crisci; Gora Dobrovich; Antonietta Lazzaruolo; Francesca Romagnoli, Maria Patrizia Orlando; Pilar Taormina; Michel Cuia di Pentasuglia con Natasha Elfrig; Giovanni Montella; Anna Poletti Zanella; Savatore Mancuso; Massimiliano Albanese; Rosa Altavilla; Deneb Antuoni; Giuliana Guidotti; Sergio Tirletti; Svetlana Stoliorova; Rosetta Attento; Raffaella Lanzetta; Alfio Carpinato.

 

Commenti

commenti