“The Generi” – Maccio Capatonda

Il 7 giugno Now TV lancia “The Generi”, la nuova produzione originale Sky e Lotus Production, un surreale viaggio attraverso i generi cinematografici. Una produzione SKY e LOTUS PRODUCTION, una società di Leone Film Group, di e con Maccio Capatonda. Tutti gli 8 episodi della serie subito disponibili in esclusiva su Gemeration, la nuova collezione di Now TV e Sky On Demand dedicata alle generazioni più giovani. 

Generi cinematografici rivisti e corretti per l’occasione, risate e cliché in abbondanza – riletti con la consueta, irresistibile e surreale comicità – per “The Generi”, la nuova produzione originale Sky e Lotus Production – società di Leone Film Group – che segna il ritorno in tv diMaccio Capatonda, l’amatissimo personaggio interpretato dall’attore, sceneggiatore e regista Marcello Macchia (Italiano medio, Omicidio all’italiana, Mario). La serie esordisce il 7 giugno con tutti gli 8 episodi in esclusiva su Now TV e su Sky On Demand all’interno di una nuova collezione che si accenderà proprio in quella data. “The Generi” è infatti il primo, esclusivo contenuto che inaugura Generation, una collezione on demand disponibile dal 7 giugno dedicata interamente alle passioni del pubblico millennial e delle generazioni più giovani. Proprio per questo sarà Now TV, piattaforma online pensata per rispondere alle esigenze di quel pubblico, a lanciare la serie di Maccio e Generation.

Dal western all’horror, dalla commedia sexy anni ’70 al noir fino al film di supereroi,”The Generi”, il ritorno in tv dell’amatissimo personaggio interpretato da Marcello Macchia, è un surreale e dissacrante viaggio attraverso i generi cinematografici, rivisitati dall’attore abruzzese nei loro più abusati e per questo esilaranti luoghi comuni.

La serie è scritta da Maccio assieme a Luigi Di Capua dei The Pills (autore, con Macchia, anche del soggetto di serie), Luigi Luciano, Giovanni Maggi e Clemente Meucci. Andrea Bassi è story editor. Accanto a Maccio Capatonda, la folle avventura di”The Generi” vede i camei di Nino Frassica, Alvaro Vitali, Antonia Truppo, Antonello Fassari e Rovazzi e il ritorno di alcuni dei personaggi più amati e conosciuti delle sue produzioni, come Herbert Ballerina (Luigi Luciano), Ektor Baboden (Luca Confortini) e Rupert Sciamenna (Franco Mari).

Maccio Capatonda è infatti Gianfelice Spagnagatti, un uomo di 40 anni che vive una vita in cui tutti i giorni sembrano assomigliarsi terribilmente l’uno all’altro, al riparo da qualsiasi tipo di emozione. L’unica cosa che è riuscito a costruirsi nella sua intera esistenza è una comfort zone da cui non riesce più a uscire. Ha sempre vissuto la sua vita da comparsa, quando si ritrova ad essere il protagonista di mondi strani e pericolosi. Un’insperata svolta nella sua vita privata e lavorativa, infatti, gli farà intraprendere un percorso inaspettato attraverso i mondi cinematografici e gli stereotipi dei film di genere, viaggio che lo porterà a conoscere meglio se stesso.

Sfruttando le conoscenze basiche del cinema e dei suoi luoghi comuni, Gianfelice affronterà tutti i pericoli proposti dalla trama, costruita apposta per metterlo in difficoltà. Le terribili prove da superare, gli amici che incontrerà e i nemici con cui si scontrerà riusciranno a fargli cambiare vita: dalla persona in balia degli eventi che abbiamo conosciuto all’inizio, si affermerà finalmente come protagonista della propria storia. Ma prima di tornare a vivere la sua vita, dovrà tornare alla realtà…

Commenti

commenti