Paolo Bonolis conduce “Scherzi a Parte”

Il nuovo “Scherzi a Parte”, torna dal 9 novembre condotto da Paolo Bonolis. Le prime vittime degli scherzi sono: Barbara D’Urso, Ciro Immobile, Amanda Lear, Aurora Ramazzotti e Adriano Pappalardo.

Venerdì 9 novembre, in prima serata su Canale 5, prende il via una nuova e rinnovata edizione di “Scherzi a parte”, condotta da Paolo Bonolis. In uno studio tecnologicamente all’avanguardia – con una visione a 360 gradi – il grande mattatore della tv Paolo Bonolis introduce le beffe con monologhi ad hoc. E, con la consueta ironia e sagacia, commenta il prima e dopo dei filmati, ospitando i personaggi protagonisti degli scherzi. Vittime della prima puntataBarbara d’UrsoCiro ImmobileAmanda LearAurora Ramazzotti e Adriano Pappalardo. Paolo Bonolis, aveva firmato con Mediaset un contratto blindato per alcuni anni, a partire dal 2017: “Lavoro molto bene a Mediaset, anche perchè ci sono sempre gli stessi referenti ed è più facile confrontarsi e scambiarsi opinioni, di proporre idee…”, aveva dichiarato Bonolis, a margine della conferenza stampa che annunciava il contratto e i numerosi impegni, con ampio spazio di manovra sui nuovi contenuti da portare a Mediaset.

Gli “Scherzi a parte”, quest’anno totalmente rivoluzionari e innovativi, sono vere e proprie narrazioni cinematografiche. Come fossero cortometraggi, sono caratterizzati dalla presenza di colonne sonore, grafiche, effetti speciali, citazioni da film e serie tv internazionali, studiati apposta per il genere di storia narrata da ogni filmato: sentimentale, grottesco, fantasy, d’azione, crime e black comedy.

Il pubblico può seguire il dietro le quinte e tutte le fasi degli scherzi: ideazione, colloqui con i complici, organizzazione, sopralluoghi, inconvenienti incontrati durante il percorso e, solo alla fine, realizzazione.

La regia di “Scherzi a Parte” è affidata a Stefano Vicario.

I canali social di “Scherzi a Parte”:

Facebook: /scherziaparte

Instagram: @scherziapartemediaset

hashtag ufficiale: #scherziaparte

 

Commenti

commenti