Ritorno al futuro per la Grande Opera e per la Compagnia Nazionale di danza Storica allo Sferisterio di Macerata: sabato 11 agosto nell’ambito delle manifestazioni per il Macerata Opera festival si svolgerà un originale rendez vous tra i partecipanti al Gran Ballo curato da Nino Graziano Luca e l’opera ( in programma per quella sera, “ La Traviata “ di Henning Brockhaus ).

Nell’occasione i partecipanti al Ballo saranno accolti allo Sferisterio per un Welcome Cocktail e prenderanno poi posto in Platea per assistere alla rappresentazione dell’opera diretta da Keri-Lynn Wilson, con la meravigliosa scenografia degli specchi di Josef Svoboda e le musiche eseguite dall’Orchestra Regionale delle Marche affiancata dal Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini”.

Al termine della rappresentazione inizierà il Gran Ballo diretto dal Maestro di Cerimonia Nino Graziano Luca: decine di coppie composte da ballerini provenienti da molte città italiane e da alcune capitali europee in eleganti frac e preziosi abiti crinolina si esibiranno in meravigliosi Valzer, Quadriglie, Contraddanze, Mazurche tratte dai manuali dei più celebri maestri del XIX secolo e dai più incantevoli film in costume.

L ‘esibizione della Compagnia Nazionale di Ddanza Storica vorrà esser un omaggio alla grande Opera, all’Operetta ed al Balletto con coreografie su musiche da Aida, La Traviata, Rigoletto, Il Pipistrello, Il Fazzoletto di Pizzo della Regina, La Gioconda e Coppelia. Nella seconda parte, vista la tradizionale internazionalità dello Sferisterio, sarà proposto un ideale e romantico viaggio nell’Unione Europea della Danza Storica.

Le ragioni dell’ incontro tra lo Sferisterio e la Compagnia Nazionale di Danza sono da ritrovarsi nel parallelismo  instauratosi tra lo storico ed il contemporaneo in quanto l’arena, inaugurata nel 1829 ed allora destinata a sede per il gioco della palla col bracciale, ospito già fin da allora anche altre tipologie di spettacoli, tra i quali giostre, parate equestri ed anche moltissimi Balli.

Volendo ora rinverdire una tradizione tipica la direzione del Macerata Opera Festival ha contattato la Compagnia Nazionale di Danza Storica nell’ambito di una scelta legata non solo al prestigioso curriculum della CNDS ma anche ai temi della programmazione artistica dello Sferisterio 2018 intitolata “ VERDE SPERANZA “ e proiettata a promuovere “l’arte della speranza […] piantando nuovi semi per un futuro migliore […] che intrattenga uno stretto rapporto con altre realtà che si occupano di questi temi, dialogando intorno alla sostenibilità tramite l’interazione tra cultura, natura e territorio”.

 

Commenti

commenti