Marco D’Amore Intervista

Marco D’Amore: “se non distinguete la realtà dalla finzione, non guardate Gomorra…”. Marco D’Amore, nella serie Gomorra è Ciro, un uomo spietato che, dopo i gravi lutti subiti, sembra volersi abbandonare alla morte, la vera protagonista della serie, ci spiega. Nel raccontare il suo personaggio Marco mette tutta la passione di chi si è calato fino in fondo nel ruolo, interpretandone i sentimenti, ed è questo forse che mette fuori strada molti. La bravura degli attori, il realismo con cui riescono a mettere in scena il racconto della criminalità organizzata, partendo dalla realtà per romanzarla, gli ha creato non pochi problemi. A distanza di cinque anni dall’inizio di Gomorra la Serie, ancora lo sconvolge e lo fa davvero arrabbiare, l’ incapacità di distinguere tra finzione e realtà. “La serie rappresenta uno spaccato della nostra realtà, ma non ha intenti educativi, nè tanto meno può essere la mano che arma i ragazzini che cadono nella rete della malavita. L’Arte spacca, è qualcosa di dirompente. L’Arte non insegna, non edulcora, non ammonisce, non ammansisce… Luciano Fontana ha spaccato una tela, per dimostrare la frattura con il mondo… Sembra assurdo ma ancora oggi è necessario ribadire che Gomorra è un’opera cinematografica”, ci spiega Marco con forza, “Sembra quasi che se non si fanno film che sono il ritratto di una città o di una Regione, le Film Commission, non ti fanno fare i film, oppure  si deve per forza parlare bene di qualcosa. Di fronte a queste manifestazioni dico, ma signori vivete nella realtà? Continuamente politici, amministratori persone in vista fanno dichiarazioni di una gravità incredibile, dichiarazioni offensive nei confronti delle minoranze, delle donne, anche battute che possono sembrare banali ma che restano nella testa della gente…” Si è arrivati al paradosso quando, per un articolo di giornale che raccontava di un fatto mafioso, è stata utilizzata un’immagine di scena con Marco D’Amore e Salvatore Esposito: “Mi sono davvero incazzato, siamo all’assurdo. Non ho nemmeno voluto leggere l’articolo…se non siete capaci di distinguere tra realtà e finzione non guardate Gomorra!!”.

Di seguito (e in copertina) il video dell’intervista a Marco D’Amore in cui potrete ascoltare dalla sua voce il racconto del suo personaggio, Ciro, e soprattutto la forza con cui giustamente Marco difende l’Arte…

Commenti

commenti