Grande Fratello Vip Mediaset

GRANDE FRATELLO VIP: ASSURDA LA RICHIESTA DI CHIUSURA: Mediaset risponde alla richiesta di chiusura del Grande Fratello, dopo che alcune associazioni di genitori hanno presentato una petizione per cancellare il programma, come avevamo pubblicato, secondo il MOIGE al GVip si vedono contenuti inaccettabili (in particolare il riferimento era alla doccia di Cecilia Rodriguez), la risposta di Mediaset non si è fatta attedere, esistono due soluzioni, ovvero cambiare canale oppure inserire il parental control. Di certo c’è una commissione che vigila sui programmi ed è a questo che si riferisce la lettera aperta che pubblichiamo: i GFVip come gli altri programmi Mediaset, rispettano le regole. In merito alla petizione pubblica con cui un’associazione pretenderebbe di interrompere il programma “Grande Fratello Vip” in onda su Canale 5, Mediaset precisa quanto segue. Tutti i programmi Mediaset rispettano le norme e i principi che regolano il sistema radiotelevisivo. E non potrebbe essere altrimenti dal punto di vista legale. Ma oltre ai vincoli di legge, Mediaset esprime una propria responsabilità editoriale che caratterizza quotidianamente l’attività televisiva del Gruppo. Tanto è vero che Mediaset, per prima e di propria iniziativa, ha introdotto già nel 1994 la segnaletica semaforica (i cosiddetti ‘bollini’ verdi, rossi e gialli) che aiuta le famiglie a orientarsi nella programmazione.
E’ comprensibile che singole associazioni possano non apprezzare alcune trasmissioni e in questi casi esistono due diversi livelli di protezione: il telecomando e il sistema “parental control” che assicura a ogni famiglia la possibilità di regolare l’accesso televisivo ai minori.
Pretendere oggi di chiudere programmi televisivi suona assurdo e anacronistico, quando il vero tema riguarda l’accesso indiscriminato del pubblico di ogni età al mondo Internet su cui non è esercitato alcun controllo.

Commenti

commenti