Sanremo2018: Sting l’ospite più atteso, riscalda il pubblico con Shaggy

Sting a Sanremo

 

 

Sting

Sanremo2018: Sting l’ospite più atteso, riscalda il pubblico con Shaggy. La seconda serata del Festival d Sanremo ha accolto l’arrivo di una Star internazionale di primo piano Sting, al secono Gordon Summer. Sting, che tornerà in Italia il prossimo marzo, ha omaggiato la canzone italiana con il brano scritto da Zucchero, cantando la versione italiana di Mad Abaut You, Muoio per te. Il pubblico dell’Arston lo ha acclamato come si fa con un artista internazionale come lui che, dopo quaranta anni d carriera, riesce a rinnovarsi rimanendo riconoscibile per timbro di voce e di stile. Per la seconda esibizione, Sting ha portato a Sanremo il rapper Shaggy, che ha coinvolto e fatto ballare il pubbilco dell’Ariston, aggiungendo le note rap che sono state invece “vietate”  alla gara canora, per una precisa scelta del direttore artistico, Claudio Baglioni. Inutile negarlo, l’apparizione e il discorso di Pippo Baudo dal palco del Teatro Ariston ha fatto un certo effetto, ma il Pippo nazionale non si smentito, ha tenuto il palco più di quanto fosse previsto, a farne le spese questa volta sono stati Elio e le Storie Tese, nonostante volessero con forza dirgli “Arrivedorci”, hanno dovuto aspettare che fosse Pippo a uscire di scena per poter cantare la canzone in gara.

Michelle s conferma la vera conduttrice del Festival, arricchendo la sua presenza con i magnifici abiti di Ferreti, uno stile tutto italiano, elegante e raffinato. Ma il momento più divertente e forse anche più impegnativo per la coppia Favino-Hunzier è stato il momento di Garcia Lorca e Despacito.

Commenti

commenti