Valerio Caprara

Valerio Caprara Venezia75

 

 

Alla Mostra del Cinema di Venezia, nel prestigioso spazio della Regione del Veneto presso l’Hotel Excelsior, il 6 settembre scorso ha avuto luogo il XII evento dedicato ai grandi temi della vita e del cinema promosso dal Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive.

Il tema di quest’anno è stato la violenza nella sua accezione più ampia. Hanno preso parte SNCCI, GSA, ANAC, AGIScuola, AGE, Tulipani di Seta Nera, CINIT, CONSCom, La Pellicola d’Oro, Centro Studi Cinematografici, Ilcittadinoonline, Taxidrivers, Moviplayer, Il Parere dell’ingegnere, EgoTimes, 100 autori, Le donne del vino.

Durante l’evento è stato presentato il libro “Le forme della violenza. Cinema e dintorni” a cura di Paola Dei, con la Prefazione di Franco Mariotti e la Presentazione di Anna Pavignano.
Nel testo il tema della violenza è stato declinato in violenza nella storia e violenza sulla donna. Sono state inoltre proposte sezioni parallele dedicate alle possibili strade per prevenire e curare le forme di violenza presenti nella nostra società.
Molti gli autori di spicco che impreziosiscono il volume: Gianni Bisiach, Maria Linda Germi, Isabel Roussinova, Francesca Santucci, Michela Curridor, Valerio Caprara. Nel Comitato Scientifico, nomi accreditati da università internazionali ed esperti di cinema, tra i quali Joel Ruiz Olivares Messico, Félix Ruiz de la Puerta, architetto madrileno, Gianfranco Bartalotta, Università degli Studi Roma Tre.

In questa edizione, una delle più intense, Le donne del vino hanno ricevuto in dono un quadro realizzato dalla giovane e pluripremiata pittrice Slovena Brina Elisabeta Blatz, raffigurante San Giorgio e il drago, per ricordare Donatella Briosi, una sommelier uccisa dal marito nel mese di giugno 2018.

Sono stati assegnati inoltre i premi intitolati a Gregorio Napoli che quest’anno sono andati a Valerio Caprara, docente di cinema e critico de “Il Mattino” di Napoli e “Cinematografo”, Annamaria Piacentini, scrittrice e giornalista cinematografica di “Libero” nonché biografa di Franco Zeffirelli, Paolo Micalizzi critico de “il Resto dal Carlino”.

Alla premiazione sono intervenuti Eliana Lo Castro Napoli, moglie del critico Gregorio, Maria Giulia Frova della Tenuta Il Corno, che ha consegnato i vini toscani ai tre premiati, e il filosofo e poeta Manuel Laghi, Project Manager e Presidente di Arte…si.

I bassorilievi raffiguranti l’immagine di Gregorio Napoli sono stati realizzati, come ogni anno dal maestro Antonio Sodo.

Commenti

commenti