anita ekberg

anita ekberg

Il Cinema è in festa! Ospiti illustri in maschere da set a Palazzo Ferrajoli per il “Premio Anita Ekberg”, così la capitale concluderà i festeggiamenti per il carnevale, dedicando alla Diva della Dolce Vita un premio giunto alla seconda edizione e ideato da Sara Iannone. L’appuntamento con artisti, nobili, professionisti e autorevoli esponenti della cultura, dello spettacolo, della politica e dell’imprenditoria è a  Palazzo Ferrajoli dove sfileranno nei panni dei grandi protagonisti del cinema internazionale: le signore interpreteranno le loro eroine preferite, mentre gli uomini vestiranno le uniformi delle grandi battaglie di tutti i tempi: dall’antica Roma, alle pellicole cappa e spada; dalle guerre del Novecento ai fantascientifici scontri interstellari…
Dopo aver calcato il red carpet, dove saranno immortalati dai fotografi, gli ospiti potranno posare sulla mitica altalena felliniana, simbolo del film “Giulietta degli spiriti”, allestita e decorata con fiori dai mille colori dalla straordinaria Rosella Antonelli. Inoltre, le composizioni della Antonelli, sempre raffinate ed eleganti, allestiranno le scenografie nelle sale del Palazzo con uno spettacolare gioco di cristalli, luci e fiori.
E poi, ancora foto nella sala rossa dove sarà allestito un set cinematografico per realizzare immagini e riprese suggestive sullo sfondo delle più belle scene dei film che hanno fatto la storia del Cinema. L’impianto scenico del set sarà curato da Corrado Veneziano e Francesco Carrassi.
Meravigliosi costumi di scena, creazioni della celeberrima “costumearte” di Gabriella e Barbara Lo Faro, faranno mostra di sé lungo i corridoi e nei saloni di Palazzo Ferrajoli, affiancati dalle rare e preziose divise militari storiche, vanto della collezione privata del Conte Ernesto Vitetti.
Una festa in grande stile, come garantiscono sempre gli eventi firmati Iannone, dove ogni particolare è curato con attenzione, esperienza e creatività… il tutto magistralmente illuminato da un professionista delle luci come Daniele Ottaviani con la sua Roma Party Service.
Condotta dalla giornalista Camilla Nata, alle 20,30 inizierà la seconda edizione del Premio “Anita Ekberg”, omaggio all’icona felliniana della dolce vita romana scomparsa l’11 gennaio 2015 a Rocca di Papa, ideato e realizzato da Sara Iannone con l’associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”, della quale è fondatrice e presidente dal 1996.
Il riconoscimento è destinato alle eccellenze italiane che hanno contribuito a fare grande il nostro cinema; quel cinema che dai grandi film mitologici ai kolossal storici, dai telefoni bianchi al neorealismo, è stato modello e ispirazione per la cinematografia mondiale.
Sara Iannone, infatti, ha voluto dedicare questa iniziativa a tutti gli artisti con l’intento di esaltare, rafforzare e divulgare la difesa della dignità del lavoro artistico; un’idea che s’inserisce nel progetto “…In Arte precario…” che fa parte delle iniziative della sua associazione ed è volto a sostenere, in modo innovativo, progetti importanti e ambiziosi dedicati tanto alla promozione dei nuovi talenti quanto agli artisti di fama.
Alla manifestazione sarà presente il Festival internazionale del film corto “Tulipani di seta nera” per testimoniare l’importanza delle opere cinematografiche a sfondo sociale.
La scelta di legare la celebrazione del “Premio Anita Ekberg” ad una grande festa in maschera nel periodo di Carnevale nasce dall’idea che il Carnevale sia la sintesi naturale tra Maschera e Teatro, Costume di scena e Cinema.
Dopo la premiazione si apriranno i saloni per la cena. Ciascuno dei tavoli, allestiti con apparecchiature meravigliose e di grande effetto scenografico, sarà dedicato ad un grande attore; agli ospiti sarà servita una raffinata cena a base di ricette gustose e originali.
Tra una portata e l’altra, una giuria in incognito osserverà tutti gli ospiti per eleggere le tre maschere che meglio delle altre avranno saputo rappresentare il personaggio interpretato. I tre vincitori saranno premiati con un prezioso omaggio offerto dalla gioielleria Gemma Gi di Raffaella Serrapiglia Sestini: splendidi gioielli artigianali, eleganti e curati nei minimi dettagli, realizzati con metalli preziosi e pietre naturali ispirati al classicismo dove l’armonia e l’eleganza si fondono per rendere ogni gioiello un opera d’arte unica.
Inoltre, il professor Luca Filipponi, presidente del Festival Arte di Spoleto, donerà tre splendide opere d’arte.
E non c’è festa che si rispetti senza un fantastico momento goloso con la degustazione di prelibate leccornie… frappe, castagnole e un trionfo di cioccolato e confettata dell’azienda dolciaria Dolceamaro di Claudio Papa.
Gran colpo di scena, poi, con l’ingresso di una fantastica torta monumentale, realizzata dalla straordinaria cake designer Ilaria Siani.
E dopo le golosità, via al gran ballo in maschera con le musiche del DJ Sandro Tommasi. In pista, tra gli altri: Sandra Milo, il giudice Antonio Marini con la moglie Elisabetta, il principe Guglielmo Marconi Giovannelli con la sua Vittoria, Eleonora Vallone, Adriana Russo, Nadia Bengala, Demetra Hampton, il principe Carlo Massimo, il prof. Cesare Sanmauro, Angela Melillo, l’onorevole Antonio Paris, l’avvocato Michele Lo Foco, Barbara Lo Faro (CostumeArte), il produttore cinematografico Pietro Innocenzi, Orazio De Lellis, Alessandro D’Orazio con la moglie Laura Nuccetelli, l’avvocato Carla Montani con Lucio Dessolis, Maria Monsè, Alessandra Canale, Antonio Zechila, Beppe Convertini, Manuela Tittocchia…

Commenti

commenti