A teatro con Lucio…“Così mi distraggo un po’

Per la prima volta un programma integrato che valorizza Lucio Dalla come bene comune.

Il 4 Marzo Lucio avrebbe compiuto 76 anni, il concerto a lui dedicato ha concluso in bellezza una maratona
di eventi durata 3 giorni, dal 2 al 4 Marzo. La serata che ha registrato il tutto esaurito, e ha visto come protagonisti, tanti amici e musicisti di quella che potremmo definire la“ big family” di Lucio Dalla, è stata introdotta dall’assessore alla Cultura Matteo
Lepore, dal Presidente della Fondazione “Lucio Dalla” Andrea Faccani e dal
Sovrintendente Macciardi che hanno espresso l’intento di portare
avanti questo progetto anche negli anni a venire.
Gli artisti, visibilmente commossi, hanno dato il loro personale contributo artistico con performance canore  originali e a tratti commoventi al punto da rubare applausi a scena aperta come nel
brano “ Anna e Marco” riproposta da Marco Masini. I brani rimasti nella storia della canzone italiana, L’ultima Luna, Anna e Marco, L’anno che verrà, Stella di
mare, Cosa sarà, Notte, Tango, La signora, Milano, si sono alternati alle letture delle poesie di Roberto Roversi, alle coreografie di Alessio Vanzini, e ai contributi video di Walter Veltroni e Gino Castaldi. A completare la magica atmosfera una sognante e felliniana scenografia costituita da una grossa luna piena che illuminava il palco, e una moto Harley Davidson parcheggiata a bordo palco, a rappresentare quel senso di libertà che traspariva da tutte le canzoni di Lucio Dalla. La Regia della serata
è stata curata da Paolo Piermattei con la collaborazione di Gianni Marras.

Si sono avvicendati sul palco: Ron, Luca Carboni, Francesco Gabbani, Iskra
Menarini, Giovanni Caccamo, lo Stato Sociale, Renzo Rubino, Gaetano Curreri,
Riccardo Majorana, Graziano Galatone, Marco Masini.

L’Orchestra del Teatro Comunale diretta dal M° Beppe d’Onghia, si é avvalsa anche degli storici musicisti della band di Dalla che qui ricordiamo: Teo Ciavarella ( pianoforte), Gionata Colaprisca (Batteria ), Bruno Mariani ( Chitarra ),
Maurizio dei Lazzaretti ( batteria), Roberto Costa ( arrangiatore e produttore), Massimo Sutera ( basso). Ad impreziosire gli arrangiamenti in chiave sinfonica del Maestro Beppe d’Onghia, la partecipazione speciale del maestro Fio Zanotti alla fisarmonica e del noto chitarrista fuoriclasse Jimmy Villotti. La serata si è poi conclusa con racconti di aneddoti e curiosità di ogni singolo componente della band di Dalla.

MaddalenaMaglione

Commenti

commenti