Al Fine Arts Museums di San Francisco  due nuove emozionanti mostre: Early Rubens e Ed Hardy: Deeper than Skin.

È la prima mostra di Rubens negli Stati Uniti in più di un decennio e la prima in assoluto a concentrarsi sugli anni cruciali della inizio carriera del Maestro Barocco e le scelte sociali e artistiche che lo hanno portato alla fama internazionale. Early Rubens si aprirà il 6 aprile 2019 nel Legion of Honor.

I visitatori avranno la rara possibilità di:

Vedere molte opere maggiori presentate in Nord America per la prima volta. La mostra conterrà dipinti, stampe, e disegni provenienti importanti collezioni europee e nordamericane.  Immergersi negli drammi emozionanti e nelle racconti seducenti di Rubens.
Esplorare l’ascesa di Rubens per diventare uno dei primissimi celebrità d’arte  Il regalo unico di Rubens per social networking e la diplomazia lo ha catapultato alla perdurante popolarità – un livello di fama troviamo solo oggi in artisti come Jeff Koons e Damien Hirst.

Ed Hardy: Deeper than Skin: si aprirà il 13 luglio 2019 nel Museo de Young. Essendo primo retrospettiva museale del famoso lavora del tatuatore, la mostra esplorerà come Hardy ha elevato la sottocultura del tatuaggio a un’importante forma di arte visiva. Il Museo de Young è l’unica sede per questa esposizione e sarà aperta attraverso la stagione dei viaggi per la fine del 2019.

La mostra presenterà: L’immaginazione iperattiva di Hardy attraverso 40 anni della sua carriera: La collezione comprenderà più di 300 dipinti, disegni, stampe e opere tridimensionali che iniziano con il negozio di tatuaggi per bambini, che ha creato quando aveva circa 10 anni, attraverso i suoi anni formativi come studente presso l’Istituto d’Arte di San Francisco, la sua carriera di tatuatore per adulti e progetti per il suo marchio di moda globale nel 2004. Tradizione americana del tatuaggio e cultura giapponese: La mostra esaminerà la sua ispirazione – dai tatuaggi americani del primo Novecento, nella cultura dell’era giapponese ukiyo-e e negli antichi rotoli cinesi, così come nella sua formazione formale negli stili occidentali.

Lo stile iconico di Hardy: Gli oggetti in mostra includeranno i monumentali 2000 Dragons di Hardy, un rotolo di 150 metri con 2000 draghi creati da Hardy in concomitanza con l’anno 2000, e l’Anno del Drago nello zodiaco cinese, un numero di Eyecons; oggetti tridimensionali tra cui dischi, pannelli e persino “boogie boards” – un riferimento alla sua infanzia in California – così come gli arazzi blasonate con le tigri.

Commenti

commenti