granballo1fotoLa sera del 15 ottobre scorso, nella affascinante cornice dell’Acquario Romano, si è svolta la X edizione del Gran Ballo Viennese di Roma, quest’anno in favore di Make – A – Wish Italia,organizzazione che ha per scopo di realizzare il desiderio di bambini e ragazzi affetti da gravi e croniche patologie, una serata densa di inimitabile fascino presentata ancora una volta dalle brave Lucia e Luisa Nardelli.

La decima edizione dell’evento è quest’anno l’evento inserita nell’ambito dei festeggiamenti che ricordano la “Grande Guerra”, un modo, questo, per sottolineare il forte legame di amicizia che Italia e Austria hanno costruito in questi 100 anni dal conflitto mondiale: simbolo di questo legame quattro soldati austriaci e quattro soldati Italiani, accompagnati dai loro comandanti e qui convenuti per condividere insieme una piacevole serata.

granballofoto3Elvia Venosa, ideatrice e direttore artistico dell’evento, ha condotto per mano in quest’avventura le 26 splendide ragazze, d’età compresa dai 15 ai 24 anni provenienti da varie regioni italiane: Lazio, Campania, Lombardia, Liguria, Puglia, Sicilia e Toscana. Le giovani protagoniste della cerimonia d’apertura sono state accompagnate in questa speciale edizione dai “Giovani Militari del 1° Reggimento Granatieri di Sardegna”, rappresentanti di una cavalleria sempre più ricercata tra le nuove generazioni.

Moltissimi gli ospiti presenti alla serata: Stefano D’Orazio dei Pooh con la moglie, lo schermidore Stefano Pantano con la moglie, il modello Brice Martinet con la moglie, la giornalista Carmen Lasorella, la conduttrice televisiva Camilla Nata, i principi Giulio e Victoria Torlonia, showgirls e varie inviate televisive Rai; molte le istituzioni giunte da Vienna: Renate Brauner, Assessore alle Finanze, l’Economia ed Affari Internazionali della Regione di Vienna, Mag. John GUDENUS, vicesindaco di Vienna e vicepresidente Regione Vienna oltre a S.E. René Pullitzer, Ambasciatore della repubblica d’Austria a Roma.

granballofoto4La coppia formata da Martina Salomoni, di Roma e Marco Iovieno, da Positano, si è distinta come la più bella tra quelle in gara e  sarà invitata a rappresentare l’Italia all’Opernball di Vienna.

Non solo eleganza, mondanità, spettacolo, ma soprattutto un grande momento di solidarietà: il ricavato dell’evento come ogni edizione è stato devoluto, infatti, a sostegno di un ente benefico, quest’anno a favore di “Make-A-Wish Italia Onlus”, per realizzare il sogno di un bambino affetto da patologie gravi o croniche e perché un desiderio che si realizza è qualcosa che dura tutta la vita, é un potente pensiero positivo che dà la forza di lottare, di affrontare le terapie e di ritrovare la speranza.

“Make-A-Wish Italia Onlus” è un’organizzazione non profit che realizza i desideri di bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i 17 anni, colpiti da malattie che mettono a rischio la loro sopravvivenza: é presente in 50 Paesi nei 5 continenti e attiva in Italia da 12 anni; a raccontare la sua esperienza con “Make-A-Wish Italia Onlus” la mamma di Francesca,  affetta da Osteosarcoma che nel 2013 espresse come desiderio proprio di partecipare a questo Gran Ballo: un toccante ricordo ed un momento che ha coinvolto tutti i partecipanti a questa decima edizione del Gran Ballo.

granballofoto2A latere della prestigiosa manifestazione l’assegnazione del prestigioso Premio Vindobona ad artisti e professionisti di fama italiana e internazionale per i meriti da loro conseguiti durante la carriera: quest’anno il Premio è stato consegnato a Giuliano Peparini per l’impegno profuso  in TV che ha permesso di trasmettere al grande pubblico, in modo diretto ed entusiasta, la sua grande passione per la danza, e ad Anna Di Risio, che come Ufficio Stampa di importanti trasmissioni televisive Rai si è evidenziata per le sue grandi doti di comunicatrice e per aver reso il Gran Ballo Viennese di Roma un punto di riferimento nel panorama delle manifestazioni italiane ed internazionali.

Nel corso della serata numerose le performances  di attori e cantanti: fra queste, direttamente da “The Voice of Italy”, lo straordinario Charles Kablan, secondo classificato al talent canoro di Rai Due e le leggiadre esibizioni degli allievi del Balletto di Roma diretti da Paola Iorio.

L’orchestra giovanile Pueri Symphonici diretta dal Maestro Lorenzo Lupi attraverso le sue esibizioni ha magistralmente scandito l’atmosfera romantica dell’evento attraverso l’esecuzione di numerose musiche di balli viennesi; a finire, una scatenata esibizione di ballo da parte dei presenti, accompagnati dalle note dell’orchestra di Albero Laurenti e dei suoi Rumba de Mar.

Commenti

commenti