Sono le dinamiche familiari il centro di gravità della nuova serie “Amore pensaci tu”, prodotta da Publispei di Verdiana Bixio in coproduzione con RTI, che debutterà in prima visione assoluta il 17 febbraio per 10 puntate su Canale 5.

“Amore Pensaci tu”: La serie “dramedy” diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano racconta le vicissitudini di quattro papà a tempo pieno che si muovono all’interno di famiglie nelle quali i ruoli tradizionali si sono invertiti drasticamente.

Sospese in un perfetto equilibrio tra commedia e realismo, prendono vita le vicende di quattro nuclei familiari. Quella di Luigi e Gemma (Emilio Solfrizzi e Valentina Carnelutti) è la “famiglia staffetta”, in cui lui ha lavorato per una vita intera e ora è obbligato a occuparsi per la prima volta delle sue tre figlie permettendo a Gemma, la sua compagna, di dedicarsi di più a sé stessa. Quella di Marco e Anna (Filippo Nigro e Giulia Bevilacqua) è la “famiglia capovolta”, in cui l’uomo, che aveva messo da parte ogni ambizione per dedicarsi al ruolo di “mammo” a tempo pieno, ritrova ora il piacere della sua professione, rimettendo in discussione l’equilibrio familiare. Quella di Francesco e Tommaso (Fabio Troiano e Giulio Forges Davanzati) è invece la “famiglia di fatto”, composta da una coppia gay che si ritrova alle prese con la crescita della nipotina e con Tina (Giuliana De Sio), una suocera decisamente ingombrante. Infine, c’è la “famiglia dei sogni”, quella di Jacopo ed Elena (Carmine Recano e Martina Stella), definizione ironica, dal momento che la coppia è separata e alle prese con l’affidamento dei figli. Completano il cast Margherita Vicario, Benedetta Gargari, Emanuele Macone.

La prima puntata, che andrà in onda il 17 febbraio su Canale 5 di Mediaset, si apre con un qualunque primo giorno di scuola elementare e ognuna delle famiglie si prepara ad affrontarlo in maniera diversa. A casa Cordaro, tocca a Luigi (Emilio Solfrizzi) accompagnare Caterina a scuola: Gemma (Valentina Carnelutti), che di solito si occupa di tutto, è infatti costretta in ospedale per un doppio turno. Della situazione ne approfitta subito Chiara (Margerita Vicario), la figlia venticinquenne di Luigi, avuta dalla prima moglie, che non vede l’ora di prendere le redini della ditta edile in cui lavora con il padre.  A casa Pellegrini, la situazione è diversa, la fibrillazione è più alta perché oltre ad essere il primo giorno di scuola di Penelope (Giulia Rebeggiani) e anche il primo giorno di lavoro di Marco (Filippo Nigro). Questa scelta incute in Anna (Giulia Bevilaqua) molta ansia.

La stessa ansia appartiene a Francesco (Fabio Troiano), il fratello di Anna, che sta tirando su, assieme al suo compagno Tommaso (Giulio Forges Davanzati), la piccola Stella (Alessia Manicastri), figlia della sorella di Tommaso, deceduta qualche anno prima. Francesco è apprensivo e premuroso con la bambina, ed è lui di fatto che si occupa di tutto e non si perderebbe per nulla al mondo il primo giorno di scuola di Stella, a differenza di Tommaso, che pur essendo lo zio e il tutore legale della bambina è più defilato rispetto alle scelte che riguardano la nipote.

Se vogliamo parlare di personaggi che si defilano, sicuramente Jacopo (Carmine Recano), donnaiolo e inaffidabile, è uno di questi. Tornato a Roma dopo essere stato cacciato dall’ennesima squadra , Jacopo, ex-calciatore di successo, è convinto che basterà suonare al campanello della sua ex Elena (Martina Stella), per riconquistare lei e i suoi tre figli – la piccola Zoe di un anno e i gemelli Kevin (Leonardo Morandi) e Leone (Jacopo Morandi) di sei.

E così, il primo giorno di scuola sono proprio i papà ad accompagnare i figli a scuola e viene subito sfiorato il disastro: i bambini si impossessano dello scuolabus e, togliendo il freno, si allontanano tra il panico generale. Luigi deve fare i conti con l’esasperazione di Gemma a cui fa pesare che lui non sia portato per stare con la bambina; Marco con l’ansia di Anna che si preoccupa per l’accaduto; Francesco con il pericolo che la scelta di una scuola troppo all’avanguardia non sia quella giusta e Jacopo con il timore che la sua ex possa definirlo ancora una volta inaffidabile.  È in questo primo giorno di scuola un po’ turbolento che nasce l’amicizia di questi quattro padri così diversi tra loro e che le storie delle nostre quattro famiglie si intrecciano.

Intanto Nicola sta provando a farsi pagare gli arretrati di un lavoretto estivo e per caso incontra Camilla, che col suo fare sfrontato e ironico e la sua bellezza semplice lo colpisce subito. Non potrebbero essere più diversi: lui è riflessivo e intellettuale, lei irruenta e selvatica, eppure Nicola ne rimane subito affascinato.

Anna, sempre in ansia per questa giornata così speciale, incontra in ospedale un ex fidanzato, l’affascinante Dario (Mario Sgueglia), virologo di fama internazionale, che le propone di tornare a

fare ricerca. Dopo anni passati in pronto soccorso per Anna è l’occasione professionale della vita.

Quando Jacopo riporta a casa i gemelli e scopre che Roberto (Alberto Molinari), il suo procuratore e il padrino di Kevin e Leone, adesso ha una relazione con Elena e si sta trasferendo da lei, non riesce a contenere la sua rabbia.

Camilla (Benedetta Gargari) è in difficoltà: lei e il suo Emanuele (Gabriele Anagni) non ce la fanno a pagare l’affitto e l’unica strada sembra chiedere un aiuto al padre Luigi. Il quale, però, se non ha problemi a dare un po’ di soldi alla figlia, ha sicuramente qualche problema a parlarci: il dialogo tra lui e Camilla è ridotto praticamente a zero, per non parlare dell’incontro/scontro tra Camilla e Gemma. La donna prova a essere comprensiva, ma la ragazza non vuole sentirla. Tanto è vero che finisce per rifiutare i soldi di Luigi, pur di non confidargli a cosa le serva il denaro.

Del resto, per i soldi c’è Nicola, che dopo aver recuperato gli arretrati del suo lavoretto estivo decide di regalare mille euro a Camilla, salvo poi scoprire, sconcertato, che lei ha un ragazzo e che aspetta anche un bambino da lui. Nel frattempo Jacopo, seguendo i consigli di Luigi  tenta di dimostrarsi un buon padre, per riavvicinarsi alla donna che ha perso. Ma Roberto non ha intenzione di farsi da parte facilmente.

Anche Marco si rivolge a Luigi: da quando Anna gli ha proposto di rinunciare al lavoro per occuparsi della casa, e lei è tutta presa dalla sua ricerca con Dario, Marco si sente sminuito come uomo. Luigi gli consiglia di ritrovare la sua virilità, cominciando col riprendersi il lavoro.

A casa di Francesco, invece, la situazione si è fatta esplosiva. Con un’entrata in scena teatrale, Tina (Giuliana De Sio), la bellissima ed energica madre di Tommaso, è piombata da loro e Francesco prova ogni stratagemma per liberarsi di lei.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti