Antonio Giuliani

Antonio Giuliani

Antonio Giuliani, affida a u messaggio i suoi ringraziamenti per le tante persone che gli sono state vicine dopo che, a causa di un malore improvviso, ha dovuto sspendere la sua tourneè teatrale. Ma l’attore e autore dello spettacolo “LE 7 RE(pliche) DE ROMA” rassicura i fan e gli spettatori che avevano acquistato il biglietto, lo spettacolo torna in scena dal 29 aprile…

Di seguito pubblichiamo il messaggio integrale di Antonio Giuliani.

“Ciao! Innanzitutto vorrei ringraziare tutti quelli (e siete stati veramente tantissimi ) che in qualche modo si sono preoccupati per me…sto bene! Fortunatamente si è trattato solo di un infiammazione che si risolverà con una breve cura antibiotica e nient’altro.
Proprio per questo però (esclusivamente in via precauzionale) i medici hanno ritenuto opportuno consigliarmi di rimanere a riposo per qualche giorno, quindi anche se malvolentieri (e già concordato con il teatro) mi trovo costretto a posticipare l’impegno di domenica 10 al Teatro Roma a venerdì 29 Aprile, mentre resta assolutamente confermato l’appuntamento al Teatro Ghione domenica 17 aprile.
Tutti coloro che avessero prenotato o già acquistato i biglietti possono rivolgersi al teatro (naturalmente anche per eventuale rimborso) al numero 067850626.
Scusandomi per l’imprevisto, vi auguro un buon fine settimana e un arriverderci a prestissimo…sempre se non me pja n’infarto!
Antonio

Scritto da Antonio Giuliani e Maurizio Francabandiera: Uno spettacolo, o meglio, sette spettacoli d’eccezione per Antonio Giuliani. Per sette domeniche, in sette teatri diversi, tra il 28 febbraio e il 15 maggio, andranno infatti in scena “Le 7 Re(pliche) de Roma”, il cui leitmotiv sarà rappresentato dai vizi e dalle virtù che contraddistinguono la natura umana, partendo dai 7 Re di Roma fino a quelli degli italiani di oggi. Antonio Giuliani ripercorrerà in chiave ironica, da Romolo a Tullo Ostilio, da Servio Tullio a Tarquinio il Superbo, insomma attraverso quelle figure leggendarie che fondarono Roma, pregi e difetti di uomini e donne, soffermandosi sulle capacità innate dei Romani. Il sarcasmo, l’ironia dissacrante, lo spirito goliardico e l’irresistibile voglia di fare sempre e comunque una battuta hanno sempre distinto un gene che ancor oggi è presente, rappresentando in maniera chiara e precisa chi siamo, ma soprattutto da dove veniamo. Perfezionista, ma allo stesso tempo spontaneo, sofisticato, ma comunque travolgente, dopo quasi venticinque anni di carriera, Giuliani, che si divide fra il ruolo di attore, doppiatore, regista e sceneggiatore cinematografico, è proprio nella dimensione calda e familiare del palcoscenico che ricrea ogni volta una magia con il suo pubblico. Non è un caso difatti, la voglia di ritornare a sentire il calore del pubblico, in teatri dove il contatto è più intimo e forte.. “Ho voglia di guardarli negli occhi, di provare le sensazioni della mia prima esibizione, di abbattere quelle distanze che inevitabilmente si creano quando si calcano palcoscenici, ambienti sconfinati che riducono considerevolmente quel meraviglioso senso di appartenenza. L’applauso non è solo un ringraziamento ma anche una manifestazione motiva di affetto, più si è vicini e più si è travolti da quel benessere, quel vigore che anima lo spirito di un artista.” Uno spettacolo scritto insieme a Maurizio Francabandiera, con l’aiuto regia di Chiara Perfetti, è uno show molto essenziale, in scena ci sono dei cavalletti posti come se fosse una galleria d’arte, in questo caso “la galleria del sorriso”, infatti sui cavalletti sono poggiate le immagini che ritraggono volti noti e non di bambini e adulti che ridono.

Commenti

commenti