Home News Arte e sport, su Rai2 un nuovo talent show: Performer Italian Cup

Arte e sport, su Rai2 un nuovo talent show: Performer Italian Cup

Un nuovo talent show, con un taglio assolutamente innovativo, approda su Rai2: il Campionato Italiano delle arti scenico-sportive “Performer Italian Cup”, in onda in seconda serata, il 15, 22 e 29 novembre.
Condotto da Valentina Spampinato, che ricopre il ruolo anche di direttore artistico, assieme al ballerino e coreografo Garrison Rochelle, per la regia di Luigi Antonini, il programma racconta e presenta gli artisti in quanto atleti, puntando tutto sul connubio naturale tra arte e sport.

Diciotto è il numero dei finalisti protagonisti delle puntate del “Performer Italian Cup”, prescelti dal campionato nazionale, che racconteranno le loro giornate, tra esercizi mirati e preparazione atletica, con i coach Maura Paparo, Fabio e Ivan Lazzara, Susanna Radice, Grazia Di Michele, Janine Molinari, Fioretta Mari, Klaudia Pepa, Anthony Patellis e Andrea Rizzoli. Solo dieci di loro, su giudizio dei coach, accederanno alla puntata finale. Obiettivo? Formare la nazionale italiana performer.
Ma non mancheranno altri nomi d’eccezione e di alto valore professionale come quello del presidente della giuria tecnica, Gianni Testa e del direttore artistico di giuria tecnica, Massimo Cotto.

Accanto ai talenti scelti, protagoniste assolute del programma saranno soprattutto “le work room”, fulcro del metodo di formazione denominato metodo P.A.S.S., ideato della stessa direttrice artistica Spampinato. Le work room saranno dei veri e propri uffici di collocamento che permetteranno agli artisti di ottenere dei contratti con dei talent scout di fama internazionale come il produttore cinematografico Oscar Generale, il direttore d’orchestra, produttore discografico direttore artistico della Pleiadi Comunication, Ciro Barbato, i produttori dell’Opera Lirica Tutankamon, Lino Zimbone e Cristina Sarlo, il manager artistico Antonio Desiderio, il producer Franco Jannizzi. Nomi che andranno a completare la giuria tecnica del programma composta da artisti conosciuti in tutto il mondo.

Giornalista professionista, ha lavorato nelle redazioni del Tg4, Il Giornale, Liberal, Affari & Finanza e, come corrispondente, per Tribuna de Actualidad. È stato tra i curatori della comunicazione aziendale di Cirlab, Netsystem ed Enel. È autore dei libri El Paìs, le ragioni di una svolta (FrancoAngeli, 1999), Europa di carta guida alla stampa estera (FrancoAngeli, terza edizione 2009) e coautore del volume Guido Gonella, il giornalista (Edizioni Goliardiche, 2006). Ha insegnato Storia del giornalismo europeo all'Università Lumsa di Roma. Nel 2006 ha vinto il premio giornalistico come addetto stampa dell'anno per l'economia. E' stato capo ufficio stampa del Ministero del Commercio Internazionale, vice coordinatore dell'Ufficio Stampa e Comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico e assistente per la stampa nazionale a Palazzo Chigi durante l'esperienza del Governo tecnico guidato dal prof. Mario Monti.