Home Lo Sapevate che... “ Assapora la Lettonia “: gettate le basi per un partenariato tra...

“ Assapora la Lettonia “: gettate le basi per un partenariato tra Lettonia e Italia

Cerimonia veramente interessante quella svoltasi all’interno del Centro Congressi di Eataly, lo spazio dedicato alla ristorazione di classe ed alla spesa di livello, che in occasione del centenario della indipendenza della Repubblica di Lettonia ha consacrato la collaborazione economica e gastronomica tra quello stato ed il mercato italiano con un consistente bussines networking: alla presenza del Presidente della Repubblica balcanica Raimonds Vējonis   e della first lady Signora Iveta Vējone l’Ambasciatrice plenipotenziaria in Italia signora Solvita Aboltina, del Direttore degli Investimenti lettone Sig. Andris Ozols  e di una nutrita rappresentanza di imprenditori lettoni, sono state esposte le caratteristiche della cultura, della cucina e delle attività economico culturali lettoni nonché i programmi che quello stato si prefigge di pubblicizzare, particolarmente in Italia.

La cerimonia, la terza negli anni recenti, si è svolta nell’ambito delle giornate lettoni in Italia che interesseranno anche le città italiane di Milano e Venezia, dopo che il Presidente Vejonis ha incontrato il Presidente Mattarella ed ha formalmente rappresentato il forte legame tra Mediterraneo e Baltico che, per quanto riguarda la collaborazione tecnica ed economica si concretizza in particolar modo nel settore della telematica e del digitale in genere; da tenere presente, al riguardo che la Lettonia ha anche lanciato, nel 2017, il suo primo satellite nello spazio e che in Lettonia l’uso di Internet raggiunge circa il 70% del totale della popolazione (uno dei più alti nell’Europa, secondo alcune statistiche è il mezzo di comunicazione più importante nel paese ). I portali con la maggiore popolarità sono Delfi.lv e Filebase.ws per le notizie e Draugiem.lv e Facebook come siti web di social network. ER’ stato evidenziato come l’elevato utilizzo di internet ha contribuito alla creazione, alla diffusione e alla popolarità di diverse start-up innovative del mondo della finanza.

Prima di Roma, lo stato lettone si è presentato in Italia con masterclass culturali e letterari anche presso la Biennale di Venezia nel corso dei quali la repubblica balcanica ha avuto modo di confrontarsi anche con altre nazioni quali la Cina, la Bulgaria e gli altri paesi dell’est.

Dopo il discorso di presentazione dell’evento tenuto dall’Ambasciatrice Aboltina, il Presidente Veionis ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dalla sua nazione in ordine alla diffusione della cultura e delle caratteristiche ed anche della gastronomia lettone; a latere dei discorsi ufficiali la cerimonia si è anche concretizzata con una esibizione dello chef lettone Māris Jansons che ha preparato all’istante alcune pietanze, per la verità molto gradite dai presenti, tipiche della Lettonia.

Il duo “ Ramtai “ composto dalla cantante lettone Liga Liedskalnina e da un accompagnatore al violino, ha supportato la esposizione della collaborazione italo-lettone che ha riguardato altresì anche una esposizione delle creazioni di artisti orafi lettoni Anita Savicka e Anna Fanigina presso il laboratorio romano di gioielli Simonelli oltre che l’auspicio dell’incremento della collaborazione nel settore industriale il quale offre notevoli incentivi fiscali.

Anche il settore turistico ha interessato la esposizione degli esponenti lettoni che hanno anche sottolineato come l’incremento dei voli aerei da parte della compagnia Air Balitic per Roma, Milano e Venezia può costituire il fondamento degli scambi turistici tra Italia e Lettonia attraverso lo scambio di pacchetti turistici ad hoc.