Maurizio Casagrande e Annalisa, Babbo Natale non viene da Nord

Maurizio Casagrande e Annalisa, Babbo Natale non viene da Nord

“Babbo Natale non viene da Nord” una commedia scritta e diretta da Maurizio Casagrande. Una storia originale condita di buoni sentimenti e da un pizzico di magia, proprio come in ogni favola che si rispetti, con tanto di “strega” e di giochi di luci sapientemente utilizzate dello sfondo naturale costruito dalle “Luci d’Artista” di Salerno,  che attinge alla comicità tipica del teatro napoletano, con riferimenti preziosi ai grandi del cinema, uno su tutti la scena in cui “Babbo Natale” impara a giocare a poker, in cui Marcello-BabboNatale urla al bambino “dillo che sei fortunato, lo devi dire…”. “Babbo Natale non viene dal Nord” vede il debutto cinematografico di Annalisa, cantante di professione, che si cimenta in un ruolo da protagonista, con grande autoironia. Annalisa giura che questa è solo una parentesi e che ha accettato di far parte del cast solo perchè in fondo ha interpretato se stessa. Da ragazza, ci racconta, era proprio come India, è capitato anche a lei di suonare nei ristoranti e di non essere ascoltata da un pubblico quasi infastidito dalla sua musica…Oggi però è “tutta un’altra musica”, i suoi fan saranno piacevolmente colpiti di vederla al cinema oltre che sui palchi da Sanremo ai concerti. Un film da vedere con tutta la famiglia, trascorrere insieme un po’ di tempo dimenticando gli affanni quotidiani, e perchè no, ritrovandosi a scoprire che in fondo anche il cinema può essere un luogo in cui ritrovarsi.


Marcello (Maurizio Casagrande) è un “prestidigitatore”, mago con le carte ma superficiale e bugiardo con la figlia che è cresciuta con la madre in una città del nord, India (Annalisa), cantante di talento ma troppo somigliante alla cantante Annalisa. Dopo l’ennesima delusione amorosa, India si rivolge ad una psicologa, interpretata da Maria Grazia Cucinotta ( che nel film fa solo un piccolo cameo, essendo anche produttrice), che le suggerisce di affrontare il suo difficile rapporto con il padre. Decide così di trascorrere il Natale con Marcello che però deve partire per Salerno per un lavoro, consegnare i pacchi dono travestito da Babbo Natale. Alla prima consegna Marcello cade,
batte la testa e perde la memoria. Viene soccorso da Padre Tommaso (Giampaolo Morelli) e dai bambini che vivono con lui. Non ricorda nulla e, vestito com’è, lo chiamano Babbo Natale. Nel frattempo India, delusa e arrabbiata, si mette sulle tracce del padre, accompagnata da Gerardo (Angelo Orlando), cialtrone e incapace manager di Marcello. Tra mille peripezie e situazioni divertenti, padre e figlia, dopo
aver sconfitto il male, impersonato dalla bella ma perfida Alice (Tiziana De Giacomo), ritroveranno la magia del Natale e del calore familiare.

“Babbo Natale non viene da Nord” arriva in sala dal 26 novembre, vede la partecipazione di Giampaolo Morelli, coprotagonista del film, e di molti personaggi che, pur avendo ruoli minori, sono delle piccole chicche di simpatia, tra gli altri citiamo Nino Frassica, Milena Miconi, Eva Grimaldi e Massimiliano Gallo.

Commenti

commenti