“Catch 22”, l’assurdità della guerra. George Clooney entrerà in politica?

CATCH-22 è basata sull’omonimo romanzo antimilitarista di Joseph Heller (1961), edito in Italia da Bompiani con il titolo Comma 22, uno dei classici della letteratura americana del XX secolo e vero e proprio romanzo di formazione per intere generazioni. Catch 22 è una bellissima prova per la regia di George Cloney che riesce a rendere il paradosso della guerra, grazie anche ad un’ottima sceneggiatura, che commuove e fa ridere di gusto. Meraviglioso protagonista Christian Cabbot, entra perfettamente nel ruolo di militare che pur odiando la guerra porta a compimento le sue missioni, non riuscendo così a farsi esonerare. Al centro del suo dramma il “Comma 22”, quello che dovrebbe permettergli di abbandonare il servizio, di fatto lo costringe a rimanere nonostante u grave incidente che lo coinvolge. I personaggi sono quasi surreali e goffi, proprio come la guerra la guerra che travolge e distrugge la vita di giovanissimi soldati.

Ambientata nell’Italia degli anni ’40, non potevano mancare nella colonna sonora i richiami alle canzoni dell’epoca da “Arrivederci Roma” di Renato Rascel e “Tu vuò fa l’americano” di Renato Carosone, calzano perfettamente con l’obiettivo della serie, sottolineare il paradosso della guerra.

Oltre che regista e produttore esecutivo, George Clooney è anche interprete della serie, nei panni dell’ambizioso e sadico tenente ScheisskopfGrant Heslov interpreta il Dott. Daneeka, medico della base militare.

La serie segue le avventure di uno squadrone di giovani aviatori dell’esercito americano di stanza in Italia, in un mondo segnato dal secondo conflitto mondiale e dagli abusi di potere. Al centro della storia c’è il Capitano John Yossarian (detto YoYo), interpretato da Christopher Abbott (Girls, The Sinner), un bombardiere della USA Air Force che, per evitare la guerra, aveva scelto di arruolarsi in aviazione sperando che il secondo conflitto mondiale sarebbe durato meno del suo addestramento. Si trova invece nel mezzo dello scacchiere europeo, suo malgrado, con il solo obiettivo di tornare a casa prima possibile. Per essere esentato dalle missioni di volo si dichiara pazzo, finendo per incappare nel paradossale Comma-22, che stabilisce che chi è pazzo può chiedere di essere esonerato, ma nel momento stesso in cui lo richiede dimostra di non essere pazzo. Perché solo un pazzo vorrebbe continuare a volare in quelle missioni. Le missioni non finiranno mai e per YoYo, le disavventure continueranno a fargli detestare la guerra.

Il suo disagio interiore va oltre la vita nel campo di addestramento sotto l’ambizioso Tenente Scheisskopf (George Clooney), e poi sul fronte italiano ai comandi del Colonnello Cathcart (Kyle Chandler) e del Maggiore de Coverley (Hugh Laurie). La sua battaglia, in realtà, non è contro i nemici, né contro l’esercito, né contro la guerra: YoYo combatte il sistema, l’irrazionale ginepraio di una macchina paradossale e corrotta.

CATCH-22 è molto più di una storia sulla Seconda Guerra Mondiale. È una storia che può essere attuale in qualunque momento storico, e che prende le mosse dallo straordinario romanzo di John Heller del 1961, che ha saputo disegnare il tempo, lo spazio e dei personaggi perfetti per rendere al meglio questo conflitto, interiore prima che militare.

Ambientata nell’Italia degli anni ‘40, al centro della serie c’è la follia incredibile, a tratti esilarante, della macchina burocratica, tra gli orrori della guerra. Una storia senza tempo, che mette in evidenza il grido d’angoscia contro un mondo impazzito, in una tragica e straziante commedia, il cui cinismo arriva a essere perfino commovente.

Anche se nel corso della presentazione romana, George Clooney, glissa abilmente le domande su un suo possibile impegno in politica, ad incalzare e sostenere la sua eventuale candidatura c’è Giancarlo Giannini, non per piageria ma per la condivisionetotale al progetto che riesce ad evidenziare l’atrocità delle guerre (tutte), non solo per chi le subisce ma anche e soprattutto per chi le combatte…

La serie è diretta e prodotta da George Clooney con Grant Heslov per la loro Smokehouse Pictures, entrambi premio Oscar per la produzione di Argo, premiato come Miglior Film nel 2013. La regia è di George Clooney (ep. 4 e 6), con Grant Heslov (ep. 1 e 3) e la nominata all’Oscar Ellen Kuras (The Betrayal – Nerakhoon) per gli ep. 2 e 5.

Nel cast anche Hugh Laurie (Dr. HouseThe Night ManagerVeep) nel ruolo del Maggiore de Coverley, a capo della squadra di stanza nella base di Pianosa; Kyle Chandler (Manchester by the SeaArgo, Friday Night Lights) è il Colonnello Cathcart, colui che esaspera Yossarian continuando ad aumentare il numero di missioni e rinviando così il suo agognato congedo.

Tra i pochi personaggi italiani c’è Marcello, interpretato da Giancarlo Giannini, proprietario di un bordello di Roma: un uomo vissuto, un tempo bellissimo e ancora oggi affascinante.  Pacifista con idee rivoluzionarie, Marcello entrerà spesso in conflitto con i giovani soldati americani.

La sceneggiatura dei sei episodi è firmata da Luke Davies, nominato all’Oscar® e vincitore del premio BAFTA per la Miglior Sceneggiatura conLion – La strada verso casa, e David Michôd, vincitore del Premio della Giuria al Sundance Film Festival con Animal Kingdom. I due sono anche produttori esecutivi insieme a Richard Brown (True Detective) e al compianto Steve Golin (Il caso Spotlight, Revenant – Redivivo) per Anonymous Content, e ai già citati Clooney Heslov per la loro Smokehouse Pictures.

“Catch-22” sarà trasmessa anche in 4K HDR per i clienti Sky Q, sarà disponibile su Sky On Demand, in mobilità su Sky Go e in streaming suNOW TV.

Una grande co-produzione internazionale, ambientata al tempo della Seconda Guerra Mondiale in Italia, e girata quasi interamente nel nostro paese, tra Sardegna e Lazio. CATCH-22 è una storia di guerra e al tempo stesso molto più di una storia sulla guerra, un racconto che mostra quanto può essere difficile combattere quando l’unico pensiero è sopravvivere. La serie originale Sky, in sei episodi, è co-prodotta con Paramount TelevisionAnonymous Content e Smokehouse Pictures, e sarà in prima TV esclusiva dal 21 maggio ogni martedì alle 21.15 su Sky Atlantic e su Sky Cinema Uno.

I PERSONAGGI

JOHN YOSSARIAN (Christopher Abbott). Yossarian è un bombardiere della US Air Force impegnato, suo malgrado, nella Seconda Guerra Mondiale. Il suo vero antagonista non è il nemico, piuttosto è il suo stesso esercito, che continua ad aumentare il numero di missioni da compiere per completare il servizio. Yossarian tenta in vari modi di evitare i suoi incarichi militari, ma incappa nel famigerato Comma 22.

 

COLONNELLO CATHCART (Kyle Chandler). Tanto ambizioso quanto poco scaltro, è l’ufficiale in carica dello squadrone di Yossarian. Cathcart punta a diventare generale, per questo prova continuamente a impressionare i suoi superiori, proponendo i suoi uomini come volontari per le missioni più pericolose. È lui che decide di volta in volta l’aumento del numero di missioni di Yossarian.

TENENTE SCHEISSKOPF (George Clooney). Comandante istruttore alla scuola dei cadetti in California, Scheisskopf è ambizioso, privo di senso dell’umorismo, rabbioso, sadico e, soprattutto, ossessionato dalle parate e dalla vittoria nei tornei militari. Alla scuola per cadetti rende le vite dei soldati un inferno in terra. Inviato oltreoceano come capo delle operazioni per l’intera area del Mediterraneo, entrerà nella vita di Yossarian…

 

MAGGIORE DE COVERLEY (Hugh Laurie). Ufficiale capo dello squadrone nella base aerea di Pianosa, dalla presenza nobile e fiera, de Coverley marcia da solo, secondo il proprio ritmo. I militari lo guardano con soggezione, lui passa il suo tempo a lanciare ferri di cavallo, ad ascoltare il jazz sul suo fonografo, a prepararsi Martini e ad affittare appartamenti per gli ufficiali in ogni nuova città che gli americani conquistano.

MARCELLO (Giancarlo Giannini). È il proprietario di un bordello nella Roma appena liberata dagli Alleati, un uomo vissuto e un tempo bellissimo, ma ancora affascinante. Quando si parla di patriottismo, politica e storia, Marcello, un pacifista con idee rivoluzionarie, non perde occasione per dibattere, anche piuttosto animatamente, con i giovani soldati americani.

MILO MINDERBINDER (Daniel David Stewart). È la quintessenza del nativo di Brooklyn, con una feroce determinazione e l’idea fissa di riuscire a portare a compimento i suoi grandiosi piani. Milo è un approfittatore, in grado di cavarsela in qualsiasi situazione. Così riesce a diventare supervisore della sala mensa per gestire il suo fruttuoso commercio.

NATELY (Austin Stowell). È l’amico più intimo di Yossarian, uno che ha vissuto la sua giovane vita senza traumi ed è innamorato di Clara, una prostituta di Roma.

ORR (Graham Patrick Martin). È il compagno di tenda di Yossarian e pilota di un altro aereo del suo squadrone. Orr è goffo e molto benvoluto. È anche uno straordinario tuttofare, con una capacità specifica che lo guiderà durante la guerra.

CLEVINGER (Pico Alexander). È il pilota di un altro aereo dello squadrone di Yossarian. I due godono della reciproca compagnia, eppure ognuno crede che l’altro sia un pazzo ad avere la visione del mondo che ha.

MCWATT (Jon Rudnitsky). Il pilota di Yossarian è un burlone che nel suo tempo libero ama volare a bassa quota, sfiorando qualunque struttura. Pensa di sapere come funziona il mondo e non ha paura di esprimere le sue idee.

KID SAMPSON (Gerran Howell). È il copilota timoroso e un po’ puerile di McWatt, dalla vita ordinaria e insignificante.

AARFY (Rafi Gavron). È il navigatore, di certo non infallibile, di Yossarian. Dal racconto delle sue storie emerge la parte più oscura della sua mente.

TENENTE COLONNELLO KORN (Kevin J. O’Connor). Un sadico tenente che non solo apprezza il fatto che i suoi uomini, probabilmente, moriranno ma, ancora di più, che moriranno terrorizzati.

DOTTOR Daneeka (Grant Heslov). Dottore dello squadrone, una figura saggia e prudente dalla quale Yossarian apprende il paradosso del Comma 22. C’è un rapporto disteso e tranquillo tra i due, che si portano reciprocamente una sorta di rispetto.

MAGGIORE MAGGIORE (Lewis Pullman). Cadetto del Corpo di Aviazione e, in seguito, per un caso crudele, Comandante di squadrone. Non ha mai avuto amici, come se un senso di inespugnabile solitudine lo avvolgesse.

CAPPELLANO TAPPMAN (Jay Paulson). Tappman è un cappellano nervoso, spesso inefficace ma gentile, un profondo pensatore, che evita il conflitto a tutti i costi e ama intensamente sua moglie e i suoi figli. Tra lui e Yossarian nasce una simpatia reciproca.

MARION SCHEISSKOPF (Julie Ann Emery). È la bellissima moglie del tenente Scheisskopf e ha una relazione con Yossarian. È affabile, irrequieta e annoiata ma anche genuina e appassionata. Talvolta triste, solo con Yossarian può essere maliziosa, leggera e giocosa. È una delle poche persone che entra in connessione con Yossarian in senso mentale, intellettuale e fisico.

INFERMIERA DUCKETT (Tessa Ferrer). Scaltra infermiera, ha una cotta per Yossarian, ma rifiuta i suoi incessanti tentativi di portarla a letto.

CLARA (Valentina Bellè). Prostituta nel bordello di Marcello della quale Nately si innamora follemente. Anche lei lo ama, ma è pragmatica: dopo tutto, questa è la vita in tempo di guerra.

INES (Viola Pizzetti). Undici anni, un maschiaccio, cresciuta per le strade intorno al bordello di Marcello. Ines ha visto troppo, e di conseguenza sa troppo per una bambina della sua età.

 

Commenti

commenti