Ottanta serate di appuntamenti con il cinema italiano ed internazionale: anteprime, inediti, rassegne a tema, incontri con registi e attori, masterclass, concorsi ed eventi speciali, per riconfermarsi come laboratorio di cinema e luogo di incontro per cinefili e addetti ai lavori, in cui confrontarsi, ideare progetti e scoprire la passione per la settima arte: è stata questa la venticinquesima edizione de “ L’Isola del Cinema “, luogo di incontro per cinefili e addetti ai lavori, in cui confrontarsi, ideare progetti e scoprire la passione per la settima arte che si è chiusa domenica 8 settembre con un brindisi nel corso del quale il Direttore Artistico Giorgio Ginori ha ricevuto un vivissimo plauso da parte dell’Assessore al Turismo del Comune di Roma Carlo Cafarotti salito sul palco per sottolineare come la prestigiosa kermesse rappresenti anche un’offerta turistica per la città di Roma.

Molti i personaggi e gli attori presenti alla cerimonia di chiusura: il Direttore del Dipartimento Turismo, la Dott.ssa Maria Cristina Selloni, e l’Avv. Michele Lo Foco, della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo. Presenti le attrici Nadia Bengala, Elena Bonelli, Lucia Stara, Antonella Angelucci, gli attori Vincenzo Bocciarelli e Gianni Franco, il regista Gianfrancesco Lanzotti, il giornalista, conduttore e attore Savino Zaba, la fascinosa cantante Anna Konovalov. Tutti insieme per festeggiare la stagione appena conclusa, ricca di sorprese e occasioni di ribalta, che ha saputo offrire al pubblico intrattenimento e cultura. A chiudere il cerchio, la proiezione del film di Matteo Rovere, IL PRIMO RE, sulla fondazione di Roma, scelto in apertura e chiusura di questa XXV edizione.

“Abbiamo voluto aprire e chiudere la XXV edizione de L’Isola del Cinema con la proiezione del IL PRIMO RE perché riteniamo che sia un film meraviglioso – ha dichiarato il Direttore Artistico de L’Isola del Cinema Giorgio Ginori – oltre ad essere dedicato a Roma e questa è l’Isola dove è nata Roma. Ci sono almeno quattro elementi che sono da nomination all’Oscar: la regia, l’interpretazione di Alessandro Borghi, la musica e la splendida fotografia di Daniele Ciprì”. Ginori ha anticipato altresì che lo Staff de L’Isola del Cinema sta già lavorando per l’edizione 2020: molte delle idee e progetti che hanno messo radici durante la XXV edizione verranno sviluppati il prossimo anno per vedere realizzati obiettivi sempre più ambiziosi”.

Sul palco, anche la Dott.ssa Rosalba Giugni, Presidentessa di Marevivo, con la quale L’Isola del Cinema collaborerà il prossimo anno per la regata del mare pulito, plastic free. “Il 2020 è una data importante, l’Europa ci ha posto tanti obiettivi sulla sostenibilità che dobbiamo raggiungere; la regata del prossimo anno verrà organizzata per sensibilizzare il pubblico su questo tema” ha dichiarato la Dott.ssa Giugni.

L’Avv. Michele Lo Foco, membro del Consiglio Superiore della Cinematografia e dell’Audiovisivo presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha dichiarato: “L’Isola del Cinema quest’anno ha raggiunto un livello molto elevato, si sta uscendo dal territorio romano per raggiungere una visione nazionale perché è un Festival che viaggia tra l’antichità di Roma, in questo posto straordinario nel quale nasce, tenendo conto del valore dell’innovazione alla base delle nuove iniziative dell’Isola. Una manifestazione centrale per Roma – prosegue l’Avv. Lo Foco – perché dà quel tanto in più che a Roma manca, far vedere nella più bella Arena del mondo storie e film straordinarie. Mi auguro che Roma riconosca il valore nazionale di questo evento”.

 

Commenti

commenti