Dalla passione e dalla voglia di cambiare la attuale piatta immagine dell’ambiente cinematografico per come attualmente impostato nasce, per iniziativa di un gruppo di amici residenti a Los Angeles, un festival inneggiante al cinema indipendente.

L’appuntamento é per il 18 settembre a Sant’Arcangelo di Romagna dove si apriranno i battenti della prima edizione del “Nót Film Fest”, rassegna cinematografica di film e corti indipendenti, a livello nazionale ed internazionale,tutti inediti per l’Italia.

24 le opere in concorso, tutte caratterizzate da elementi in grado di attivare sentimenti quali l’immaginazione e la fantasia che siano in grado di stimolare idee e di creare mondi ed atmosfere nuove: cortometraggi e lungometraggi. provenienti da 13 paesi, con 2 anteprime mondiali, 5 europee, 11 italiane ai quali si sommano 19 cortometraggi fuori concorso, provenienti da prestigiosi festival europei e dal programma MigrArti.

Not Film Fest si propone come un evento di cinema senza barriere che intende celebrare il top della cinematografia mondiale ed, in particolare, diffondere opere di filmmaker italiani ed internazionali non ancora conosciute in Italia per costituire un palcoscenico sul quale i cineasti di nuova generazione ed i veterani del mestiere possono incontrarsi, conoscersi e approfondire il linguaggio cinematografico moderno.

La giuria chiamata ad assegnare sette premi principali e tre premi speciali è composta da Carolina Terzi (produttrice vincitrice del David 2018 per “Gatta Cenerentola” e 2017 per  “Crazy for Football”), Serena Tateo (sceneggiatrice di “The Jackal” e “The Pills”), Davide Marengo (regista televisivo di “Boris”, “Sirene” e “Il Cacciatore”), Theo Green (compositore e sound designer nominato all’ Oscar 2018 per “Blade Runner 2049”), Anina Pinter (costumista ungherese di fama internazionale) e Gemma Fenol (scenografa spagnola con oltre 50 crediti su produzioni in tutto il mondo).

Commenti

commenti