Home Primo Piano Da stasera su RaiPlay “Europei a Casa The Jackal”

Da stasera su RaiPlay “Europei a Casa The Jackal”

The Jackal e gli Europei (da iodonna.it)

Da oggi i “The Jackal” tornano su RaiPlay: in diretta dal CPTV di Napoli, il gruppo di videomaker partenopei sarà protagonista di “Europei a Casa The Jackal”, prodotto in esclusiva per la piattaforma digitale Rai.

Ciro, Fabio, Aurora, Fru, Claudia e Simone commenteranno con ironia le partite di calcio della Nazionale italiana e quelle più importanti dei nostri ventitré avversari.

Si inizierà stasera alle nove, quando l’Italia farà il suo debutto agli Europei contro la Turchia, e si proseguirà mercoledì 16 giugno, sempre alle nove di sera con Italia-Svizzera, e domenica 20 giugno alle sei di pomeriggio con Italia-Galles.

Con arguzia e leggerezza, il gruppo comico farà vivere al pubblico di RaiPlay ogni match come un appuntamento tra amici, riuniti insieme davanti alla tv per sostenere la propria squadra del cuore. Un gruppo vivace e variegato: tra loro, c’è chi segue assiduamente il calcio e chi non ne capisce nulla ma crede di essere un esperto, chi vuole solo stare in compagnia e chi si fa prendere dall’entusiasmo del match…

Il divano The Jackal
(da vita.it)



Con un occhio alla partita ed uno ai social, i The Jackal accoglieranno attorno al loro divano, di volta in volta, sempre nuovi amici ed ospiti illustri, senza risparmiarsi commenti e reazioni davanti alle azioni di gioco più emozionanti.

«Per noi il ritorno dei The Jackal in esclusiva su RaiPlay è una vera festa – ha commentato Elena Capparelli, direttore di RaiPlay –. Regalare al nostro pubblico un racconto leggero e ironico su un evento così atteso come gli Europei di calcio è un altro modo per fare il tifo per i nostri atleti e festeggiare tutti insieme questo lento riavvicinamento alla normalità».

Massimo Nardin è Dottore di ricerca in Scienze della comunicazione e organizzazioni complesse, docente universitario presso l'Università Lumsa di Roma e l'Università degli Studi Roma Tre, diplomato in Fotografia allo IED Istituto Europeo di Design di Roma, giornalista pubblicista, critico cinematografico, sceneggiatore e regista. È redattore capo della sezione Cinema della rivista on-line “Il profumo della dolce vita” e membro del comitato di redazione di “Cabiria. Studi di cinema - Ciemme nuova serie”, quadrimestrale del Cinit Cineforum Italiano edito da Le Mani (Recco, GE). È membro della Giuria di “Sorriso diverso”, premio di critica sociale della Mostra del Cinema di Venezia, e del Festival internazionale del film corto “Tulipani di seta nera”. Oltre a numerosi saggi e articoli sul cinema e le nuove tecnologie, ha pubblicato finora tre libri: “Evocare l'inatteso. Lo sguardo trasfigurante nel cinema di Andrej Tarkovskij” (ANCCI, Roma 2002 - Menzione speciale al “Premio Diego Fabbri 2003”), “Il cinema e le Muse. Dalla scrittura al digitale” (Aracne, Roma 2006) e “Il giuda digitale. Il cinema del futuro dalle ceneri del passato” (Carocci, Roma 2008). Ha scritto e diretto diversi cortometraggi ed è autore di due progetti originali per lungometraggio di finzione: “Transilvaniaburg” e “La bambina di Chernobyl”, quest'ultimo scritto assieme a Luca Caprara. “Transilvaniaburg” ha vinto il “Premio internazionale di sceneggiatura Salvatore Quasimodo” (2007) e nel 2010 è stato ammesso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali al contributo per lo sviluppo di progetti di lungometraggio tratti da sceneggiature originali; nell'autunno 2020, il MiBACT ha ammesso “La bambina di Chernobyl” al contributo per la scrittura di opere cinematografiche di lungometraggio.