Sarà Nicola Piovani, il 9 luglio prossimo, a chiudere il secondo Festival Nazionale del Cinema e della TV che si apre il 4 luglio a Benevento.

Grande attenzione per l’intero evento che già registra il tutto esaurito: la presenza di un altro grande della musica italiana, Luciano Ligabue, costituisce senz’altro un motivo di richiamo per un Festival che, unico in Italia, riunisce in una sola manifestazione il mondo del piccolo e del grande schermo: soltanto pochi posti ancora disponibili per il concerto del Maestro Premio Oscar autore de “ La Vita è Bella “ mentre per tutti gli altri eventi è già sold out.

  Il Teatro romano della città campana sarà la location che ospiterà il concerto di chiusura nel corso del quale Nicola Piovani dirigerà l’orchestra Filarmonica di Benevento, dopo che per quasi una settimana sugli scenari del Festival si alterneranno ospiti del calibro di Riccardo Scamarcio, Ricky Tognazzi, Stefania Sandrelli, Maurizio Casagrande e tanti altri tra i quali avrebbe dovuto essere compresa anche Simona Ventura che per motivi ormai noti non potrà invece presenziare.

Molto articolato il programma, che prevede eventi, incontri, interviste, spettacoli, concerti, concorsi, masterclass, proiezioni e dibattiti, aperti al pubblico e che si prefigge lo scopo di riunire in un’unica kermesse due mondi concorrenti e paralleli: quelli del piccolo e del grande schermo utilizzando le armi dell’incontro – dibattito e delle proiezioni tra le quali segnaliamo due film di Ligabue ed uno del Maestro Mimmo Paladino. ( a cui saranno assegnati i Premi per il “Miglior Film della stagione” e quello per il “Miglior regista della Stagione”.

La Kermesse beneventana, diretta da Antonio Frascadore interesserà tutto il centro storico della città, con più di cinquanta eventi nei cinque giorni del Festival: 3 eventi teatrali in chiave cinematografica in anteprima nazionale, oltre 150 opere, tra lungometraggi e cortometraggi in concorso. e il concerto di chiusura diretto dal Premio Oscar Nicola Piovani.

Previsti anche concorsi destinati ai lungometraggi indipendenti e ai lungometraggi riconosciuti di interesse culturale dal Mibact, diretti dal produttore cinematografico, premio Oscar per il film “La Grande Bellezza“, Nicola Giuliano.

 

Commenti

commenti