Home Moda e Tendenze Dal divertimento all’Arte: le esperienze in versione mobile

Dal divertimento all’Arte: le esperienze in versione mobile

DAL DIVERTIMENTO ALL’ARTE: LE ESPERIENZE IN VERSIONE MOBILE

Tutti pazzi per il fenomeno delle app: dal mondo dell’entertainment a quello della cultura

L’impatto crescente di Internet all’interno della vita delle persone ha coinvolto, per forza di cose, anche i dispositivi mobili, grazie anche all’uso crescente delle app.

L’utilizzo delle stesse, da parte degli italiani come della popolazione di tutto il mondo, spazia infatti tra vari settori, che vanno dalla messaggistica istantanea (come Whatsapp e Messenger) fino all’intrattenimento, passando per altri comparti di diverso genere.

In ogni caso, secondo i recenti dati divulgati da fonti accreditate, ogni cittadino sullo smartphone possiede una media di circa 80 applicazioni.

Se si pensa alla situazione italiana nello specifico, non si possono non considerare i recenti dati provenienti dal un’indagine del Politecnico di Milano, il quale ha stimato che, in media, gli italiani, trascorrono due ore giornaliere nell’utilizzo delle varie app, tra l’uso di e-mail e social network ma anche tenendo conto della visualizzazione di contenuti video e altri prodotti di entertainment.

Una tendenza, quella rispetto all’uso delle app, che probabilmente risente delle attitudini degli utenti rispetto ai vari settori più gettonati del web in generale, dal divertimento all’e-commerce, dai social-network ai servizi al cittadino, passando per la musica, trasmessa anche grazie alle applicazioni dedicate.

Senza dimenticare la componente del gioco online, con particolare riferimento alle app – come ad esempio “Ruzzle” – che consentono agli utenti di divertirsi con giochi, conosciuti o nuovi, anche in versione mobile.

A tal proposito non si può non considerare il fenomeno dei games connessi allo sport, come ad esempio FIFA Soccer, disponibile in versione app anche su Android e Google Play.

E lo sport si qualifica come settore di interesse anche nell’ambito delle scommesse online, le quali hanno fatto registrare una crescita di ben 28,7 punti percentuali soltanto tra l’aprile del 2019 e quello dell’anno precedente. Anche in questo caso, come dimostrano, per esempio, le opinioni su leovegas o sugli altri operatori citati e recensiti dai più affidabili siti di comparazione, non manca, oltre alla versione desktop, quella disponibile in formato app, con tanto di indicazioni su come eseguire il download e con indicazione di eventuali vantaggi o svantaggi rispetto all’uso delle stesse.

 

Anche la cultura però,è un mondo ormai invaso dalle app di ogni genere.

Si va da quelle legate al mondo della letteratura e della poesia fino a quelle connesse all’universo della scienza e del sapere in generale, senza considerare quanto risalto ormai hanno tutte queste materie all’interno dei vari social network, tra vari meme, pagine e singoli post dedicati.

Ma è l’universo dell’arte in particolare a riscuotere un ampio successo in ambito app: dalle applicazioni dedicate alle visite virtuali dei musei più importanti del mondo (come KeyARt  e altre) fino a quelle che consentono di conoscere le tecniche del fotoritocco, passando per quelle, come “Magnus”, che identificano un’opera d’arte sconosciuta all’utente, in un semplice click.