Home Musica Dario Salvatori presenta la “Music Industry Academy”. Patty Pravo a Sanremo? Spero...

Dario Salvatori presenta la “Music Industry Academy”. Patty Pravo a Sanremo? Spero riceva più del Premio della Critica…video)

Dario Salvatori Music Industry Academy
Dario Savatori
Dario Savatori

A pochi giorni dall’inizio del Festival di Sanremo, Dario Salvatori  presentata la “Music Industry Academy”, la prima Accademia on-line degli audiovisivi da una vincente partnership tra l’ Università Telematica Pegaso e l’Istituto per i Beni Sonori ed Audiovisivi del Mibact, quale momento migliore per presentare un’iniziativa musicale che prevede una “scolarizzazione” ed una professionalizzazione di coloro che fanno musica a tutti i livelli. “La Music Industry Academy è un progetto all’avanguardia creato grazie all’originale ma stimolante sinergia tra due realtà apparentemente agli antipodi, quella tradizionale, conservatrice della cosiddetta “Discoteca dello Stato” e quella futurista per eccellenza propria della Università Telematica Pegaso”. Ma Dario Salvatori accentua un problema molto più profondo e cioè che “La Music Industry Academy” va a colmare una lacuna, a creare un progetto che possa dare sbocchi occupazionali concreti ai giovani talenti che lavorano con la musica”.

Nel corso della nostra intervista ( video), Dario Salvatori non ha risparmiato le critiche ai talent che “illudono i giovani, creando una notorietà veloce ma spesso solo temporanea…”. E non poteva mancare un riferimento al prossimo Festival di Sanremo, Patty Pravo è tra i concorrenti in gara, crede che sarà favorita a causa dei suoi 50 anni di carriera? “Sarò in giuria per la 41ma volta (un’esagerazione scherza Salvatori) e dico subito che non ho ascoltato alcune canzone. Patty Pravo è una grande interprete, un’interprete pura, se le viene affidato un bel brano lei lo interpreterà al meglio. Da sempre è stata un personaggio controverso che ha fatto molto discutere. Mi auguro che le riconoscano qualcosa di più del solo Premio della Critica. Con tutto il rispetto per il Premio, sarebbe un contentino e lei merita di più”.

Dario Salvatori
Dario Salvatori

“Nella fattispecie, nella nostra attività formativa, noi ci impegniamo a creare figure professionali con specifiche competenze , quali i cosiddetti “operatori dietro le quinte”, come per esempio gli autori radiotelevisivi, tenendo sempre presente il talento e la passione di ognuno, connotati essenziali del corsista. A questo tipo di formazione professionale deve fungere necessariamente da supporto la storia spesso “grande assente”. Pertanto la nostra mission è agile, moderna, ma con uno sguardo costante , scrupoloso verso la storia. Il nostro corpo docente”, continua Dario Salvatori, ” si avvale della collaborazione di personaggi di spicco dell’universo musicale, quali Giorgio Assumma, avvocato, da sempre esperto di diritto d’autore, il maestro Franco Bixio, nel progetto, docente di Editoria Musicale, Fabiano Petricone” Ed ancora il Presidente Iervolino ha spiegato: ” …abbiamo creato una rete operativa, concreta ed efficiente tale da innalzare il livello culturale di un Paese, dando a tutti la possibilità di formarsi, convertendo l’Università frontale in Telematica, una Scuola di Metodo nella quale il corsista, perseguendo l’obiettivo di acquisire le conoscenze e le competenze di una determinata figura professionale, viene guidato nel suo percorso formativo da figure tutor che lo aiuteranno ad individuare anche le vere motivazioni e le recondite aspirazioni che lo hanno spinto a scegliere un corso di studi anziché un altro per arrivare poi ad acquisire direttamente a casa propria una formazione culturale come un “abito cucito addosso”. All’incontro hanno partecipato numerosi volti del mondo degli audiovisivi, tra cui, l’avvocato Giorgio Assumma, il maestro Gerardo Di Lella, il cantante Tony Santagata. Molto apprezzato è stato l’intervento video di Renzo Arbore, appena nominato Presidente del Comitato Scientifico dell’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisi del Mibacat in tournee negli USA con il suo spettacolo.