Sanremo 2020 DIodatoDiodato fa Tris: “Fai Rumore” vince il Festival di Sanremo 2020 e i due Premi della Critica

Sanremo 2020: “Fai rumore” è la canzone che vince la 70sima edizione del Festival di Sanremo! DIodato, forse per la prima volta nella storia del Festival i aggiudica anche il Premio della Critica della sala Stampa Roof e della sala Stampa Lucio Dalla, Di rumore al Festival ce n’è stato tanto. Il “rumore”delle polemiche è stato superato dalla musica e dalla capacità di lasciar spazio a tutti, un merito di Amadeus che ha sorpreso tutti, ottenendo risultati da record. Sera dopo sera, nonostante la lunghezza delle dirette, ha tenuto inchiodati alla Tv decine di milioni di telespettatori.

I PREMI:  “Eden” di Rancore, vince il Premio Bardotti come Miglior Testo, Tosca si aggiudica il

Sanremo 2020 Diodato GabbaniPremio Miglior Composizione. Premio Tim Music, il brano più ascoltato sull’app è Viceversa di Francesco Gabbani.

A contendersi il podio c’erano: Diodato, Francesco Gabbani e I Pinguini Tattici Nucleari. DIodato ha fatto “filetto” conquistando il podio della miglior canzone a Sanremo 2020 e tutti e due i Premi della Critica, della sala stampa Roof e Lucio dalla. “Vivecersa”  ha ricevuto Premio Tim Music per il brano più ascoltato sull’app . A “Eden” di Rancore, va il Premio Bardotti come Miglior Testo, mentre Tosca si aggiudica il Premio Miglior Composizione.

La finale però è il momento per decretare il vincitore e quest’anno ad aggiudicarsi il primo posto è stato Diodato con la sua “Fai Rumore”, l’amore a Sanremo vince sempre. Una storia d’amore che finisce ma resta il rumore del temporale, il suono dei ricordi impressi nella mente…

“FAI RUMORE”

Sai che cosa penso,
Che non dovrei pensare,
Che se poi penso sono un animale
E se ti penso tu sei un’anima,
Ma forse è questo temporale
Che mi porta da te,
E lo so non dovrei farmi trovare
Senza un ombrello anche se
Ho capito che
Per quanto io fugga
Torno sempre a te
Che fai rumore qui,
E non lo so se mi fa bene,
Se il tuo rumore mi conviene,
Ma fai rumore sì,
Che non lo posso sopportare
Questo silenzio innaturale
Tra me e te.
E me ne vado in giro senza parlare,
Senza un posto a cui arrivare,
Consumo le mie scarpe
E forse le mie scarpe
Sanno bene dove andare,
Che mi ritrovo negli stessi posti,
Proprio quei posti che dovevo evitare,
E faccio finta di non ricordare,
E faccio finta di dimenticare,
Ma capisco che,
Per quanto io fugga,
Torno sempre a te
Che fai rumore qui,
E non lo so se mi fa bene,
Se il tuo rumore mi conviene,
Ma fai rumore sì,
Che non lo posso sopportare
Questo silenzio innaturale tra me e te.
Ma fai rumore sì,
Che non lo posso sopportare
Questo silenzio innaturale,
E non ne voglio fare a meno oramai
Di quel bellissimo rumore che fai.

Commenti

commenti