Home News Ecco il cartellone della Sala Umberto per la stagione 2021 – 2022

Ecco il cartellone della Sala Umberto per la stagione 2021 – 2022

Con un beneaugurante “ finalmente si torna in scena “ Alessandro Longobardi, che quest’anno festeggia i suoi venti anni di direzione artistica del teatro di Via della Mercede, ha aperto la conferenza stampa di presentazione del rinnovato cartellone per la stagione 2021-2022.

Ben venticinque spettacoli formano il bagaglio artistico proposto al pubblico, preponderanti le cosiddette quote rosa che fanno la parte del leone con rappresentazioni del genere di “ No Wags “ che vede in scena, tra le altre, Elda Alvigini, Barbara Ciacci, Silvia Siravo, Carlotta Piraino e Floriana Corlito.

Ma non soltanto in questa rappresentazione figurano solo donne: anche in “Fiori d’acciaio“, tratta dall’omonimo film americano, che, per la regia di Michela Andreozzi e Massimiliano Vado, vede protagoniste Tosca D’Aquino, Rocìo Munoz Morales, Emanuela Muni, Emy Bergamo, Martina Difonte e Giulia Weber dall’8 al 22/02/22.

A Giulietta Masina è dedicata “ Giulietta “ tratta dall’omonimo romanzo di Federico Fellini ed interpretata da Roberta Caronia, mentre dal 22 al 27/ febbraio sarà la volta di Laura Curino e Lucia Vasini in  “L’anello forte“, dall’omonimo testo di Nuto Revelli.

Dal 14 al 16/03 sarà Monica Nappo a raccontare, al femminile, quali le sensazioni che si provano nel momento in cui cessa un rapporto di coppia in “L’esperimento”.

Ultima ma non per valore sarà Barbara Foria, dal 17 al 30 maggio 20211 la protagonista del one woman show “ Volevo nascere scema ( per non andare in guerra), per la regia di Pino Insegno, con il quale spettacolo si chiude la stagione 2021 – 2022.

A parte la descrizione delle esibizioni al femminile, segnaliamo che la stagione si è aperta con il clamoroso successo dello spettacolo con il quale Alessandro Sallusti e Luca Palamara, autori del celeberrimo libro sul “ Sistema “, hanno scoperchiato la malagiustizia italiana; protagonista Edoardo Sylos Labini.

Un altro spettacolo che possiamo ricollegare allo stesso tema, quello della malagiustizia, è incentrato su un fatto vero realmente accaduto in Sicilia: “Il caso Tandoy“, scritto e diretto da Michele Guardì, che vede protagonisti Gianluca Guidi e Giuseppe Manfridi.

A parte l’area della serietà rappresentata alla Sala Umberto, un’altra area, quella degli spettacoli divertenti, è rappresentata da “Fiesta” che andrà in scena dal 26/10 al 28/11, con Fabio Canino, un vero cult ormai ventennale che costituisce un omaggio alla carriera e alle canzoni di Raffaella Carrà.

A seguire “Non ci resta che ridere“, dall’11 al 23/01, con Enzo Casertano, Francesco Procopio, di Giuseppe Cantore, la storia di un famoso trio comico degli anni 90 che, disunitosi si ritrova stranamente a riunirsi.

E inoltre “Tartassati dalle tasse” dal 5 al 17/04, con Biagio Izzo.

Da segnalare assolutamente la imperdibile opera pirandelliana “L’uomo, la bestia  e la virtù“,  il il i interprete Giorgio Colangeli.

Dal 7 al 19/12 “Santo Piacere 2.0” di e con  Giovanni Scifoni.

Previsto anche un omaggio a Dario Fo e Franca Rame con “Coppia aperta quasi spalancata“, interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico (dall’8 al 13/03 ).

In occasione del settecentenario dalla morte di Dante Alighieri, dal 22/3 al 3/04 Simone Cristicchi andrà in scena con una personale interpretazione della Commedia.