Home Interviste Edwige Fenech torna in scena con “E’ arrivata la Felicità” e qualche...

Edwige Fenech torna in scena con “E’ arrivata la Felicità” e qualche rimpianto

Edwige Fenech
Edwige Fenech Ph. Sabina Filice

Edwige Fenech, dopo una lunga assenza, è tornata per la nuova fiction di Rai Uno “E’ arrivata la Felicità”, in onda su Rai Uno da oggi, 8 ottobre, in prima serata per 12 puntate. Un progetto che la vede nei panni di una madre “radical chic”, combattiva e protettiva nei confronti del figlio, Claudio Santamaria, abbandonato dalla moglie con i due figli… Il personaggio della fiction non le somiglia molto, ci ha spiegato alla presentazione della serie in Rai, se non per la combattività per le cose in cui crede, proprio come per la scelta “non convenzionale” di lasciare il mondo dello spettacolo, “ho smesso di recitare quando ho capito che mi assegnavano sempre lo stesso ruolo. Cambiavano i film, i registi ma il ruolo che dovevo interpretare era sempre lo stesso…per onestà nei confronti del pubblico e per rispetto di me stessa ho deciso di lasciare…”, è stata produttrice di serie di successo ma anche in quel caso “quando non si riusciva più a fare il lavoro da prodruttrice, che è veramente difficile, ho preferito lasciare” ci spiega (nel video in copertina l’intervista completa). La classe della signora Fenech la rende estremamente affascinante, la sua gentilezza e disponibilità nel rispondere a tutte le domande, anche le più personali, con la sincerità e la spontaneità di chi non deve fingere, beh è un emblema del cinema a cui molti suoi colleghi dovrebbero ispirarsi.

Cosa l’ha convinta a tornare sugli schermi?

L’insistenza di Riccardo Milani, un regista straordinario con cui ho avuto modo di lavorare. Abbiamo una bella amicizia e, insieme alla produttrice Bixio, mi hanno fatto sentire il loro affetto e non potevo non ricambiare tanto affetto e stima…

Negli anni le hanno proposto altri ruoli al cinema? 

Sì, mi hanno offerto dei ruoli, solo  in un caso però mi sono pentita di non aver accettato, un film che ora sta vendo un bel successo…Questo sì è un mio rimpianto. 

(anche se la signora Fenech non lo dice il film in questione è “Non essere cattivo” di Claudio Cagliari, candidato agli Oscar come miglior film straniero, ndr)

Perchè non ha accettato? 

Si trattava di un bel ruolo, di poche scene e non me la sono sentita…oggi mi dispiace di non aver colto quella occasione, anche perchè il regista era  una persona straordinaria…

C’è la possibilità che continui a recitare al cinema? Ha dei progetti?

Non ho progetti, vivo serenamente e viaggio molto per vedere la mia nipotina che ha quasi tre anni e vive a New York. 

Cos’è la Felicità? Lei l’ha trovata?

La Felicità è fatta di piccoli momenti…arriva, ma tra un momento di felicità e l’altro c’è il resto. Insomma la Felicità dura troppo poco!