Emma “Essere Qui”

Emma Marrone a Verissimo: è pronta per un nuovo amore? Esce oggi (16/11) il suo “Essere Qui”. Emma si concede in una lunga intervista a Silvia Toffanin, intanto è di oggi l’annuncio dell’uscita del suo nuovo album “Essere Qui”, con 4 brani inediti e da cui prenderà il via l’omoimo tour.

“ESSERE QUI – B∞M EDITION” è il nuovo progetto discografico di EMMA contenente il nuovo singolo “Mondiale”, tutti i brani del disco “Essere qui” e 3 inediti: “Incredibile voglia di niente”, “Nucleare” e “Inutile Canzone”, brano che segna il ritorno di Emma come cantautrice. Sempre da oggi Emma incontrerà i fan durante alcuni appuntamenti instore: oggi, venerdì 16 NOVEMBRE, a MARCIANISE – CE (Centro Commerciale Campania, S.S. Sannitica, 87 – ore 17.00), sabato 17 NOVEMBRE a BARI (La Feltrinelli Centro Commerciale Mongolfiera S. Caterina, Strada Santa Caterina – ore 15.00), domenica 18 NOVEMBRE a ROMA (Discoteca Laziale, Via Giovanni Giolitti, 263 – ore 17.30), il 19 NOVEMBRE a FIRENZE (Galleria del Disco/Cafè Letterario, Piazza della Stazione – ore 17.30), il 20 NOVEMBRE a BRESCIA (Centro Commerciale Elnos, Via Luigi Einaudi di Roncadelle – ore 17.30), il 21 NOVEMBRE a TORINO (La Feltrinelli, Stazione Porta Nuova Via Nizza 2 – ore 18.00) e il 22 NOVEMBRE a MILANO (Mondadori di Piazza Duomo – ore 17.00).

«Ho voluto fortemente lavorare a questo progetto perché ho sentito il bisogno di raccontarvi delle “storie” – spiega EMMA – di raccontarvi di me e di farlo soprattutto a modo mio, un po’ strambo, tragicomico, ma tremendamente vero. È stato molto faticoso aprire i cassetti chiusi a chiave e tirare fuori le parole, i pensieri più intimi e profondi, le paure, tutto l’amore. Allo stesso tempo mi sono sentita leggera e forte davanti a tutto quello che ho avuto il coraggio di scrivere, rileggendo tutte le pagine ho pianto e ho riso, sono passata dal sentirmi sconfortata e debole al vedermi come una donna forte e determinata, una lunga seduta d’analisi, faccia a faccia con me stessa, perché ogni tanto è giusto fare i conti e tirare le somme, anche se la matematica non mi è mai piaciuta»!

“ESSERE QUI – B∞M EDITION” oltre che nella versione standard sarà disponibile anche in uno speciale formato MAGAZINE, interamente scritto e ideato da Emma, composto da 8 racconti senza filtri, immagini live e inediti scatti di Toni Thorimbert che ne catturano la vera essenza. Dopo la prima parte del tour “Essere qui”, a febbraio 2019 EMMA, con la sua inconfondibile grinta, tornerà a calcare il palco dell’“EXIT”, il suo personale club musicale, per emozionare e coinvolgere tutto il suo pubblico con i brani estratti dall’ultimo disco di inediti “Essere qui” e tante altre grandi sorprese!

EMMA MARRONE TOFFANIN

Di seguito un estratto dell’intervista a Emma Marrone ospite sabato 17 novembre a Verissimo. Emma parla con grande sincerità di questo periodo della sua vita che lei definisce ‘boom” e confida“Anni fa promisi ai miei genitori che non mi sarei mai fatta inquinare dal mio lavoro e ho mantenuto questa promessa nel periodo più complicato della mia carriera”. “In questo periodo – prosegue – sono molto sensibile perché ho fatto scelte difficili da sostenere nella mia vita e nel mio lavoro. Musicalmente ho seguito quello che sono oggi, sono una donna di 35 anni e non volevo vendere bugie al mio pubblico. Non so mentire e non posso farlo nemmeno attraverso la musica”.

A Silvia Toffanin che le chiede se in questa vita rivoluzionata ci sia spazio per un nuovo amore, l’artista salentina confessa: “Forse sono pronta. Se dovesse arrivare un uomo meraviglioso sono qui che lo aspetto, ma preferirei stare da sola che stare con chiunque. Non ho bisogno di un uomo che mi completi o sostenga, vorrei semplicemente essere amata per quella che sono”. 

E rispetto alla voglia di avere un bambino, Emma dice: Se mi capitasse non mi tirerei indietro, ma avrei un po’ paura oggi a mettere al mondo un figlio per l’ignoranza dei sentimenti e questa cattiveria senza fondo che vedo in giro”.

E, infine, proprio parlando di cattiverie e violenza la cantante dichiara: “Le ferite che mi fanno più male sono quelle che non si vedono. I miei genitori si spaventano per le cattiverie che mi scrivono sui social. Io però sono tranquilla e sono convinta che ogni tanto queste cose andrebbero punite”.

Commenti

commenti