Rupert Everett e la Brexit

EPCC: Rupert Everett e la Brexit “…non mi piace…”Stella del cinema, ispiratore delle fattezze del personaggio di Dylan Dog nonché idolo di Alessandro Cattelan, Rupert Everett sarà ospite questa sera del late night show in onda su Sky Uno HD,  E poi c’è Cattelan. Nel corso dell’intervista l’attore inglese ha detto la sua – in un italiano quasi perfetto – su Brexit (“Non mi piace che la Gran Bretagna sia fuori dall’UE”) e sulle recenti elezioni del nostro paese, lasciandosi sfuggire una faccia (e non solo quella) eloquente nei confronti della Lega. Nel viedo in copertina una breve anteprima dell’intervista di Alessandro Cattelan a Rupert Everett.

L’attore e ora regista – si appresta a debuttare al cinema con un biopic su Oscar Wilde, The happy prince  (di cui è anche protagonista assieme a Colin Firth) – racconterà al conduttore Alessandro Cattelan cosa lo abbia spinto a voler mostrare sul grande schermo gli ultimi giorni di vita del celeberrimo scrittore inglese, da lui già interpretato a teatro e ammirato anche per aver aperto la strada alle conquiste della comunità omosessuale. Dopo la chiacchierata alla scrivania poi, il conduttore e il suo ospite giocheranno a una versione XL de “L’allegro chirurgo”. La storia di Oscar Wilde e dello scandalo che lo costrinse all’esilio a Napoli, rappresenta qualcosa di molto attuale per le difficoltà che ancora n molti paesi vivono gli omosessuali.

In puntata stasera anche la rivelazione di X Factor 2017, Enrico Nigiotti.

“E poi c’è Cattelan” va in onda ogni giorno, dal lunedì al venerdì, in seconda serata su Sky Uno HD

Commenti

commenti