Il cartellone era stato presentato lo scorso 12 Aprile. Oggi a una settimana di distanza, gli organizzatori hanno reso noto tutti gli altri nomi dei film che saranno proiettati sui grandi schermi della città francese. Ai titoli già elencati nel precedente comunicato si aggiungono tra gli altri il connazionale Un coteau dans le coeur (Knife + Heart) di Yann Gonzales e Ayka del russo Sergey Dvortsevoy, vincitore del Premio Un Certain Regard nel 2008 per Tulipan. Entrambi i registi sono alla loro seconda prova della carriera ed è la prima volta che competeranno tra loro per un premio cinematografico. In mezzo a tanti grandi nomi del cinema mondiale, non poteva certo mancare il turco Nuri Bilge Ceylan, che dopo aver vinto la Palma d’Oro nel 2014 con Winter Sleep, torna a Cannes con un altro racconto ricco di aspettative: The wild trea tree. Grazie a questa novità, il numero di film in concorso sale da 18 a 21.
Per quanto riguarda la sezione fuori concorso, il presidente del Festival Pierre Lescure e il suo consiglio di amministrazione hanno concesso al regista danese Lars Von Trier, di presentare il suo ultimo lavoro: The house that Jack Built, con Matt Dillon e Uma Thurman.
Nella sezione Un Certain Regard, altre tre opere saranno candidate alla vittoria del premio finale: Muere munstruo, muere dell’argentino Alejandro Fadel; Chuva e cantoria na aldeia dos mortos del portoghese Joao Salaviza e la brasiliana Renée Neder Messora; Donbass dell’ucraino Sergey Loznista.
Lo staff ha invitato i bambini ad essere presenti per visionare un bellissimo film di animazione: Un altro giorno di vita, diretto da Raoul De La Fuente e Damian Nenow.
Anche per le proiezioni di mezzanotte si è scelto di approfondire e ricordare personaggi e tematiche importanti. Grazie a un ottimo documentario come Whitney dello scozzese Kevin Macdonald, il Festival farà un omaggio all’indimenticabile voce di Whitney Houston. Poi toccherà a Fahrenheit 451, un grande capolavoro della fantascienza che negli anni ’60 diede grandi spunti di riflessione nel dibattito dedicato ai nuovi media.
Segnaliamo infine che è stato definito il film che avrà l’onore di chiudere il Festival. La sera di sabato 19 maggio sarà proiettato in prima mondiale L’uomo che ha ucciso Don Quixote, diretto dal britannico Terry Gilliam, con Adam Driver, Jonathan Pryce e Olga Kurylenko.

Commenti

commenti