Home Tv Floris smentisce Bignardi: i talk show sono in crescita. DIMARTEDI’ torna dal...

Floris smentisce Bignardi: i talk show sono in crescita. DIMARTEDI’ torna dal 13 settembre

Giovanni Flori-DiMartedì
Giovanni Flori-DiMartedì
Giovanni Floris-DiMartedì (immagine dal web)

Giovanni Floris torna da martedì 13 settembre con il programma di approfondimento politico, culturale ed economico, DIMARTEDI’. Per la terza stagione del talk show, Floris porta nella squadra de La7 il collega Massimo Giannini, un acquisto di rilievo per La7 e per tutti i componenti di autori che sono gli stessi di Ballarò: “Ballarò non è mai finito per noi, noi siamo la squadra che lo ha ideato. DiMartedì è l’evoluzione di Ballarò…”, ha spiegato Giovani Floris nel corso della presentazione della terza edizione del talk show di approfondimento, uno show di tre ore con diverse finestre informative che vanno dalla politica alla cultura, puntando soprattutto sull’economia: “Il centro di questa edizione sarà l’aspetto economico, il fatto che l’Italia abbia ancora una crescita zero è un argomento di grande interesse per il pubblico. Inoltre dalle decisioni economiche derivano anche quelle politiche…”, ma non mancheranno le finestre di Crozza, almeno fino a dicembre. Visto che Crozza passerà a Discovery, Floris auspica fortemente che si trovi un accordo che gli consenta di continuare la collaborazione con DiMartedì fino alla fine del programma a giugno. Punto di forza del programma, spiega ancora il conduttore e autore, è proprio la flessibilità degli argomenti e degli aggiustamenti in itinere, motivo che ha determinato la crescita di ascolti dal 2014 alla scorsa edizione, passando dal 3% di ascolti al 5% fino a toccare punte del 7%. L’obiettivo è sempre quello di crescere facendo un’informazione seria e condivisa, un sassolino nella scarpa che Floris si toglie sottolineano che “se l’offerta dei talk show politici, di approfondimento è in crescita vuol dire che c’è un audience, un pubblico che li gradisce”, smentendo decisamente quanto affermato dalla neo direttrice di Rai Tre, Daria Bignardi che ha sospeso Ballarò in favore di due talk, Politics e Mi Manda Rai Tre.  Anche se molti vedranno l’arrivo di Massimo Giannini a DiMartedì come una “rivincita” di Floris sulla Rai, in realtà come affermato dallo stesso: “Giannini è un giornalista di grande valore e conoscenza e ha un modo di raccontare che mi piace, lo stimo molto ed è un onore averlo in squadra”. Una squadra di autori che riesce a lavorare in sinergia anche con gli altri programmi di approfondimento:“un modo di lavorare decisamente più collaborativo e stimolante. Una sfida continua se si pensa che bisogna coordinare 23 minuti di pubblicità senza stancare il pubblico, mantenendo viva la sua attenzione. Mentre per lo stesso tempo di messa in onda in Rai ci sono 8 minuti di pubblicità. Una sfida che impone una qualità elevata, ma che permette anche una libertà di informazione che in altre Tv forse non è così scontata…”, ha spiegato ancora Floris.

Per la prima puntata, oltre agli interventi di Massimo Giannini, l’unico ospite annunciato è Pierluigi Bersani, gli altri ospiti saranno annunciati nel corso della puntata di Martedì 13 settembre. Invitato di default è il premier Matteo Renzi che prima o poi vedremo a diMartedì.