Francesca Alotta Anima Mediterranea

Francesca Alotta torna sula scena musicale con “Anima Mediterranea”. La sua anima emerge forte con le canzoni della tradizione napoletana e siciliana, un omaggio al papà, un progetto che non hanno potuto realizzare insieme ma che Francesca Alotta ha realizzato con grande passione.

Dai tempi di “Non amarmi”, Francesca oggi è un’artista matura che riesce a far esplodere tutta la passione e la forza in questa nuova versione della musica napoletana e siciliana, con una formazione composta da ottimi musicisti: Cristiano Viti, arrangiatore e pianista; Massimo Moriconi, grande contrabbassista prediletto da Mina; Luca Tufano alla chitarra acustica e ukulele e Simone Talone alle percussioni. . Da anni lontana dai palcoscenici, ha regalato al pubblico un concerto in anteprima del suo nuovo mondo, fatto di emozioni e sentimenti, che la voce racconta con tutta la sua energia. Una sorpresa e anche un omaggio la presenza al concerto (e nell’album) di Aleandro Baldi.

Francesca Alotta e ALeandro Baldi

Con Baldi vinse a Sanremo e da allora, come se non fosse mai passato il tempo, sono tornati insieme sul palco per ricordare e continuare da dove tutto era iniziato. Insomma, un’artista che guarda al futuro senza dimenticare il passato.

Nell’intervista realizzata dopo il concerto, Francesca Alotta racconta anche i motivi che l’hanno tenuta lontana dalla musica. Le difficoltà personali e familiari sono, come per tante persone, ostacoli che Francesca ha saputo superare, tornando ad emozionare arrivando in modo diretto al pubblico.

Commenti

commenti