Home News Francesca Casula, Top-Model sarda bellissima, dopo l’intervista con il nostro Magazine ha...

Francesca Casula, Top-Model sarda bellissima, dopo l’intervista con il nostro Magazine ha preso il volo: Adesso come Presentatrice del Talent “Tra sogno e realtà” girato in questi giorni in Sardegna, che da novembre 2016 vedremo su La5, Mediaset Extra, Iris e Italia 2.

Foto Casula_003Francesca Casula, Top-Model di indiscusso fascino e bellezza, con uno sguardo magnetico e perforante, ha veramente preso il volo artistico e professionale pochi mesi dopo aver fatto una bellissima intervista con il nostro Magazine, pubblicata il 19 settembre 2015. Pochi giorni dopo la pubblicazione dell’intervista ha infatti ricevuto una bellissima proposta da “Sky 1 Inghilterra” per assumere il ruolo di co-protagonista di due puntate della Serie TV “Hooten & The Lady“ della quale abbiamo pubblicato un articolo il 15 novembre 2015. La serie TV di “Sky 1 Inghilterra” è prodotta dalla “Red Planet Pictures, fondata da Tony Jordan, ed è stata distribuita in tutto il mondo, e presto arriverà anche in Italia attraverso Sky Vision.

L’ 11 febbraio 2016, abbiamo pubblicato un altro articolo che parlava di Francesca, la quale, con una promessa alla sua squadra di Calcio del cuore, il Cagliari, avrebbe festeggiato il ritorno in Serie A spogliandosi al centro dello Stadio e con uno shooting fotografico di anticipazione straordinario e estremamente sexy, era riuscita a far parlare di se tutto il mondo e a bucare milioni di schermi, di TV, di PC e di Smart Phones: dalla Cina al Giappone, dagli Stati Uniti d’America all’Inghilterra, dall’Italia alla Francia, etc…

Oggi, 8 giugno 2016, la nuova e brillante sfida professionale di Francesca è quella di Presentare un Talent interessante ed originale, “Tra sogno e realtà”, che per la seconda edizione sarà registrato in Sardegna e che nel periodo novembre-dicembre 2016 andrà in onda su La5, Mediaset Extra, Iris e Italia 2.

Foto Casula_001Il Talent è indirizzato, come certamente alcuni lettori sapranno avendo visto la prima edizione, a ragazzini tra i 5 e i 16 anni che li vedranno esibire in diverse discipline artistiche: Canto, Recitazione, Danza, Intrattenimento. Il Tour di registrazione, che è già iniziato, vedrà 8 tappe nei più importanti centri della Sardegna. La finale regionale si terrà a Villasimius – cittadina natale e di residenza, nonché sede della sua personale galleria, di un altro grandissimo artista sardo intervistato recentemente dal nostro magazine, il 3 giugno 2016, che è lo straordinario talento pittorico di GOA, oramai famoso in tutto il mondo per il suo talento, le sue straordinarie e originalissime opere artistiche – e dove saranno selezionati e scelti, da una Giuria ad hoc diretta sempre dalla nostra bellissima Francesca, i ragazzini vincitori che parteciperanno alla finale nazionale.

Il Talent vede la Produzione Esecutiva di Bruno Fuscati, la Produzione Artistica di Luca Garavelli, e Produttori Associati Francesco Vitiello e Davide Frodi.

Francesca si è sempre distinta per umiltà, classe, charme, eleganza, bellezza, professionalità, serietà, e per sua fortuna non si è mai “montata la testa” malgrado i successi mondiali ottenuti: e questo certamente le fa grande merito ed è molto amata ed apprezzata dal sul pubblico, dai suoi tantissimi fan e follower anche per queste sue qualità umane e professionali.

A questo punto, non ci resta che dire a Francesca, che noi de “ilprofumodelladolcevita.com” abbiamo già adottato come la nostra “bellissima mascotte” e che vediamo come una grande artista alla quale ci siamo affezionati: Break a leg.

Foto Casula_007Per chi dei nostri lettori volesse saperne di più su Francesca Casula, può facilmente visitare i seguenti link:

Francesca Casula – slide-show photos by Andrea Giostra:

https://youtu.be/ptUE80PQteU ;

Francesca Casula – Intervista a “ilprofumodelladolcevita.com” – 19 settembre 2015:

https://www.ilprofumodelladolcevita.com/francesca-casula-giovane-e-bellissima-modellasarda-ci-racconta-la-sua-passione-per-larte-e-per-la-recitazione/ ;

Francesca Casula – Sky1: vi raccontiamo la nuova seria TV alla quale ha partecipato la nostra bellissima Francesca Casula, dal titolo “Hooten & The Lady” – 15 novembre 2015:

https://www.ilprofumodelladolcevita.com/sky1-vi-raccontiamo-la-nuova-seria-tv-alla-quale-ha-partecipato-la-nostra-bellissima-francesca-casula-dal-titolo-hooten-the-lady/ ;

Francesca Casula – il segreto di una self-made Top-Model e show-girl ormai nota in tutto il Mondo – 11 febbraio 2016:

https://www.ilprofumodelladolcevita.com/francesca-casula-il-segreto-di-una-self-made-top-model-e-show-girl-ormai-nota-in-tutto-il-mondo/ ;

Francesca Casula – Official Facebook Page:

https://www.facebook.com/FrancescaCasulaFanPage/photos_stream?tab=photos;

Francesca Casula – Official Personal Facebook Page 1:

https://www.facebook.com/francesca.casula.908 ;

Francesca Casula – Official Personal Facebook Page 2:

https://www.facebook.com/francesca.casula.90 ;

Francesca Casula – Official Twitter Page:

https://twitter.com/francycasula84?lang=it ;

Francesca Casula – “Modella & Fotomodella”:

https://www.youtube.com/watch?v=r30zkgAz7m0 ;

Francesca Casula – “Modella e sexy tifosa del Cagliari”:

https://www.youtube.com/watch?v=bcQ2f7dWJOQ ;

I lettori che volessero conoscere l’autore dell’articolo, Andrea Giostra, possono consultare la sua Pagina Facebook Ufficiale:

https://www.facebook.com/AndreaGiostraFilm/ .

Foto Casula_002 Foto Casula_004 Foto Casula_006

Sono un appassionato di cinema, e come tale, quando guardo un film, mi lascio trascinare dalla narrazione e dalla successione delle scene. Guardo il film con ingenuità percettiva, non condizionata e non inquinata da sovrastrutture e preconcetti culturali, che non siano ovviamente quelle della mia personale esperienza di vita con i suoi vissuti e le emozioni (gioie e dolori) che hanno caratterizzato la mia storia e delle quali certamente non posso spogliarmi. Quello che a me interessa, quando guardo un film, sono solo le emozioni che ho provato. Quello che poi cerco di raccontare è il messaggio che mi è arrivato, le emozioni che ho vissuto e “subìto”, il pathos che mi è stato trasmesso durante la visione del film. Il cinema è l’espressione artistica contemporanea più completa e straordinaria che l’uomo potesse inventarsi. E se un film è in grado di suscitare emozioni, allora quel film non ha età. Come non ha età un brano musicale, come non ha età un dipinto importante, come non ha età una scultura straordinaria. Chi potrebbe, infatti, mai dire ascoltando un brano dei Beatles che quella è musica superata? Chi potrebbe mai dire guardando un quadro di Van Gogh che quello è un dipinto antiquato? Chi potrebbe mai dire guardando “La pietà” di Michelangelo che quella è una scultura anacronistica? Il cinema, così come qualsiasi vera arte, deve essere svestito dell’elemento tempo e della componente commerciale usa-e-getta che gli hanno appiccicato addosso i grandi produttori, le potenti lobby dei distributori internazionali, e talvolta anche alcuni registi che puntano più al business che alla qualità del prodotto. Il concetto commerciale di “consumismo” non appartiene e non può avere nulla a che fare con l’opera d’arte, e quindi neanche con il buon cinema. I film che io commento non tengono conto dell’anno di produzione e non tengono conto del tempo che è passato dalla sua prima proiezione. Il mio “sguardo” non è certamente quello dell’esperto critico cinematografico professionista che, essendo un grande conoscitore di film, registi, attori, tecniche di montaggio, fotografia, costumi, etc… etc…, ed avendo visto migliaia e migliaia di film, ha inesorabilmente perduto la spontaneità e l'innocenza osservativa ed emozionale dello spettatore comune che va al cinema, o vede un film a casa, con il solo intimo obiettivo di provare delle emozioni e distrarsi dalla sua quotidianità e dalle sue preoccupazioni. Il critico, con le sue complesse ed erudite sovrastrutture cinematografiche, ha perduto la componente più spontanea che un uomo, un osservatore/spettatore, deve possedere: l'innocenza dello sguardo e la libertà di lasciarsi trascinare dalle emozioni che si sprigionano da un’opera d’arte e ti colpiscono dritto al cuore ed alle membra. L’arte è qualcosa che sta tra l’oggetto e la persona. Non si trova né nell’oggetto, né nella persona: ma si materializza emozionalmente nel loro reciproco incontro. Da questo punto di vista, i critici cinematografici sono imprigionati in griglie di lettura che li costringono ad una amorfa parcellizzazione e settorializzazione dell'opera d'arte cinematografica e, pertanto, non sono più in grado di vedere la componente emozionale olistica e al contempo gestaltica del film. Quello che io penso è che non dobbiamo “fidarci” dei critici cinematografici professionisti, ma dobbiamo imparare a fidarci di noi stessi, di quello che sentiamo quando vediamo un film. Ognuno di noi, che ama il cinema, dispone degli strumenti necessari per capire se un film è bello oppure no, se è un’opera d’arte oppure no. E lo strumento di cui disponiamo è la nostra mente e il nostro cuore: il film ci ha regalato delle emozioni forti e vivide? Se la risposta è sì, allora è arte cinematografica. Se la risposta è no, allora non è arte. E’ un’altra cosa. Andrea Giostra