Home Lo Sapevate che... I luoghi della Mille Miglia 2021 – Verona

I luoghi della Mille Miglia 2021 – Verona

La 1000 Miglia è sempre stato motore di valorizzazione dei territori che la ospitano di anno in anno: i luoghi d’Italia che accolgono i protagonisti della competizione sono parte integrante del suo fascino ed espressione della bellezza, dello stile e della cultura italiana, veri e propri crocevia tra radici antiche e spinta all’innovazione e quest’anno l’organizzazione della grande corsa dedica una serie di approfondimenti ai luoghi che incontrerà lungo il percorso: una vera e propria narrazione dal punto di vista ideale del sedile di un’auto storica.

Crossing the future”, è il tema che caratterizzerà e vestirà la 1000 Miglia 2021, che ospiterà nelle stesse giornate anche la 1000 Miglia Green: una sfida nella sfida, dove un numero limitato di esclusive Hypercar, Supercar e prototipi Full-electric affronteranno, percorrendola in modalità elettrica l’intero percorso (oltre 1.700 chilometri) della gara, affiancando le auto storiche.

Il primo appuntamento è con Verona, vero e proprio luogo che sintetizza storia ed innovazione che dopo quattro anni, sabato 19 giugno accoglierà nuovamente le auto della 1000 Miglia nel salotto di Piazza Bra dove, per la prima volta in assoluto, le vetture in gara sosteranno nelle ore che precedono l’apertura del Festival 2021 dell’Arena, che vedrà l’attesissimo ritorno del Maestro Riccardo Muti sul podio dell’anfiteatro.

Verona, come patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO offre percorsi storici e artistici risalenti a diverse epoche, un passato raccontato da monumenti, musei, siti archeologici e palazzi, che testimoniano la centralità della città scaligera, nel corso della storia, quale polo economico e culturale: L’Arena, il Ponte di Pietra, piazza Erbe, la scalinata di Palazzo della Ragione, il Palazzo della Gran Guardia e Castel San Pietro sono alcune delle principali attrazioni che richiamano ogni anno migliaia di turisti, affascinati anche dagli angoli e dagli scorci che, richiamano epoche romane, medievali e rinascimentali, un’offerta culturale che, fino all’arrivo della pandemia, si arricchiva ogni anno di numerosi eventi.

Storia, dunque, e tanta innovazione: i confini della città di Giulietta e Romeo custodiscono infatti un’anima innovativa, volta a incrementare le infrastrutture digitali anche per una mag- giore valorizzazione della cultura e delle bellezze della città, con l’obiettivo di diventare una vera e propria smart city.

La città si prepara infatti a una nuova luce e a un futuro più intelligente nel quale la tecnologia coniugherà sempre al meglio la sicurezza dei luoghi e la loro vivibilità, tanto per il cittadino quanto per il turista: la “nuova Verona” sarà a misura degli adulti e dei bambini, degli anziani, delle famiglie.

Storia sì, dunque, ma anche tanta innovazione. I confini della città di Giulietta e Romeo custodiscono infatti un’anima innovativa, volta a incrementare le infrastrutture digitali anche per una maggiore valorizzazione della cultura e delle bellezze della città, con l’obiettivo di diventare una vera e propria smart city.