LUMIERE

 

 

 

Novità assoluta per il Sud Italia, e di ottimo auspicio per una città cinefila come Napoli, è la nascita dell’“Istituto Lumière”, un istituto professionale per il cinema, scuola superiore paritaria a tutti gli effetti dove, oltre alle materie canoniche, gli allievi riceveranno una serie di insegnamenti direttamente collegati alla settima arte. Ripresa, montaggio, sceneggiatura, regia, fotografia, dizione, saranno alcune delle principali discipline che verranno insegnate a partire dal prossimo anno scolastico a tutti coloro che vorranno cimentarsi con questo mondo affascinante dove, tra l’altro, le professioni e le competenze sono sempre più richieste.

La sede dell’istituto si trova a Napoli, in Vico Santa Maria Apparente 12, e tra breve sarà pronta a raccogliere le iscrizioni. Al termine di un normale corso di studi, della durata di cinque anni, a tutti gli studenti verrà riconosciuto un Diploma di Maturità come Operatori dell’Industria Audiovisiva riconosciuto a tutti gli effetti. Alla scuola potranno accedere tutti i ragazzi in possesso di Licenza media oltre che, ovviamente, di passione per il cinema e della necessaria voglia di mettersi in gioco.

Ieri mattina, alla presenza del critico cinematografico Valerio Caprara e dell’attore Salvatore Esposito (il famoso Genny Savastano della serie “Gomorra”), convinti “testimonial” dell’operazione, si è tenuta la presentazione da parte degli ideatori Roberta Inarta e Carlo Picone. Come per tutte le scuole parificate, sarà possibile una  pre-iscrizione on-line attraverso “Scuole in chiaro”, l’applicazione sul sito del Ministero dell’Istruzione.

“L’idea è di creare, dopo anni di esperienze di formazione con l’associazione Scuola di Cinema di Napoli, un Istituto Tecnico Professionale Parastatale. In pratica, una comunità scolastica che fornisca agli studenti solide basi culturali e un’adeguata conoscenza del settore degli audiovisivi, dalla regia alla recitazione, passando per sceneggiatura, montaggio ed effetti speciali. E molto altro”, dicono i due giovani ideatori, a capo della Scuola di Cinema da tempo.

Mentre da anni si aspetta che il Ministero inserisca nel piano di studi la fondamentale materia “Educazione all’audiovisivo”, Napoli prova a bruciare le tappe attraverso una scuola che si occuperà, oltre che di fornire le basilari nozioni della materie canoniche, anche di una formazione che mette al centro il mondo delle immagini in movimento e della comunicazione massmediologica. Per contatti e informazioni, è possibile consultare il seguente sito: www.istitutolumiere.it e l’immancabile pagina Facebook dell’Istituto.

 

Salvatore Marfella

24/02/2016

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte, “Il Profumo della Dolce Vita” o www.ilprofumodelladolcevita.com

 

 

 

Commenti

commenti