Il Museo del Prado a duecento anni dalla sua fondazione: le sue meraviglie, la sua storia

Uno scrigno di tesori, 1700 opere esposte ed altre 7000 conservate, per  raccontare la storia della Spagna e dell’intero continente europeo attraverso la descrizione delle vicende di re, regine, guerre, sentimenti ed emozioni di uomini e donne le cui vite sono intrecciate a quella del museo: é questo il Prado di Madrid, nato nel 1819 con il nome di Museo Real de Pinturas nell’anno del matrimonio tra Ferdinando d’Aragona ed Isabella di Castiglia che avvia l’inizio del grande impero della cattolica Spagna.

E’ qui che la pittura, come arte universale e senza frontiere, mai nazionalista, trionfa attraverso collezioni fantastiche in grado di unire i popoli e di comprenderne i sentimenti al fine di creare una serie di emozioni che raccontino ai visitatori come per dialogare non siano necessari passaporti, frontiere, barriere che soltanto l’arte è in grado di superare.

Nell’ambito del progetto “ Grande Arte al cinema “ elaborato insieme da 3D Produzioni e Nexo Digital Valeria Parisi e Sabina Fedeli hanno realizzato un importante docu-film dall’affascinante titolo di “ Il Museo del Prado – La corte delle meraviglie “ che riassume, attraverso raffinate descrizioni ed interviste, la storia dei grandi maestri che hanno realizzato i capolavori esposti: da Goya a Picasso, a Velazquez, Rubens, Tiziano, Mantegna, El Greco le autrici di questa pellicola che sarà in programmazione nelle sale italiane soltanto per tre giorni 15, 16, 17 aprile in occasione delle celebrazioni ufficiali per i 200 anni dalla fondazione del Museo.

Il fil rouge che lega il film è costituito da una eccezionale combinazione di pitture, sculture, maestri, teste coronate che insieme hanno contribuito a porre le basi delle moderna ispirazione europea che vengono agilmente descritte dalla appassionata capacità illustrativa di Jeremy Irons, Premio Oscar per “ Il mistero Von Bulow “ che guida lo spettatore alla scoperta di questo immenso patrimonio allocato in uno spazio fantastico che fu a suo tempo cuore pulsante della capitale della Spagna.

Commenti

commenti