Il Festival torinese del cinema indipendente, del quale è anima semovente il regista Mauro Russo Rouge, registra quest’anno un importante aumento del numero dei premi da assegnarsi e, contemporaneamente, della loro entità in denaro.

52 i film in concorso che gareggeranno dal 24 al 28 marzo presso il Cinema Classico e il CineTeatro Baretti per accaparrarsi i due Premi in denaro che andranno al Miglior Lungometraggio (700 $) e al Miglior Cortometraggio (300 $).

Accanto a questi saranno consegnate le targhe per la migliore regia, il miglior attore, la migliore attrice tanto per i lungometraggi quanto per i cortometraggi.

Paolo Armao assegnerà la targa Best Sound Designer e Davis Alfano quella per la miglior fotografia; novità di quest’anno, un ulteriore premio in denaro (600 $), quello per il Miglior Film post-prodotto, che verrà assegnato dalla Scuola delle Arti digitali e Interattive “Event Horizon”.

Oltre ai premi, la ambita menzione ArtInMovimento Magazine, assegnata dalla redazione a uno dei cortometraggi.

Dichiara il direttore artistico Mauro Russo Rouge: “I premi aumentano con noi: é un modo per legittimare quanto stiamo realizzando e soprattutto per esprimere la nostra visione. Come l’anno scorso, abbiamo scelto di continuare a considerare parimenti i corti e i lunghi, formati capaci di veicolare ingegno, creatività e arte “.

Media partner di questa sesta edizione del TUC sono, oltre ad ArtInMovimento Magazine, che cura anche l’ufficio stampa, Italia Che Cambia, Piemonte Che Cambia, TorinOggi, Studio54Network, Eco del Cinema, Al di là del Cinema… e Il Profumo della Dolce Vita.

Sostenitore dell’iniziativa con la messa a disposizione di un contributo volontario, tra gli altri, la Scuola di Arti Digitali e Interattive “Event Horizon”..

 

Commenti

commenti