gianniniAll’Ischia Film Festival continua la serie di incontri con i grandi ospiti del mondo del cinema: questa volt è il turno di Adriano Giannini, fresco reduce dai Nastri d’Argento a Taormina, dove è stato insignito del Premio Porsche per Tradizione ed Innovazione. L’incontro si terrà oggi, giovedì 2 luglio, alle ore 21.00 presso la Cattedrale dell’Assunta, suggestiva location all’interno del Castello Aragonese. L’attore parlerà de La Foresta di Ghiaccio, il film di Claudio Noce che lo vede protagonista accanto a Emir Kusturica, Ksenia Rappoport e Domenico Diele e che sarà proiettato venerdì 3 luglio in Piazza d’Armi alle ore 21.00. Il film racconta il mistero che si nasconde dietro l’apparente serenità di un piccolo paese sulle Alpi: mentre una terribile tempesta si sta per abbattere sul paese, si consuma lo scontro tra il giovane Petro (Diele) e due fratelli, Lorenzo (Giannini) e Secondo (Kusturica). Figlio di Giancarlo, Adriano Giannini ha intrapreso la carriera di attore negli anni 2000, debuttando accanto a Madonna in “Travolti dal destino” di Guy Ritchie e prendendo poi parte ad altre importanti pellicoli, tra cui Le conseguenze dell’amore di Sorrentino e Ocean’s Twelve di Steven Soderberg. E’ anche doppiatore, e ha dato la voce a Christian Bale e Heath Ledger.

Ieri sera, 1 luglio, il Castello aragonese era gremito per l’incontro con la regista Laura Bispuri che ha presentato la sua opera prima Vergine giurata con protagonista Alba Rohrwacher, una storia ambientata tra le regioni montane dell’Albania che ha suscitato particolare curiosità nel pubblico del Festival per il tema affrontato e per la ricerca umana e sociale cui si trova di fronte il personaggio. Ospite abituale dell’Ischia Film Festival, l’attore Marco Palvetti, protagonista di Gomorra – la serie, è intervenuto ieri sera al cocktail di benvenuto ed è stato accolto dal pubblico con grandissimo affetto e partecipazione.

Anche oggi la serata si preannuncia ricchissima: a Piazza d’Armi il regista indiano Shirhari Sathe presenta 1000 rupie note, film di denuncia sulla situazione di degrado del suo Paese. Lo scrittore Adriano Pintaldi introduce Le mani sulla città, nella serata che il Festival dedica al Maestro Francesco Rosi, scomparso lo scorso gennaio. Presso la Cattedrale dell’Assunta, l’attore Giacomo Rizzo risponderà alle domande del pubblico prima della proiezione di Quando si muore…si muore di Claudio Fenzi, che racconta l’ultimo viaggio di un gruppo di amici prima del matrimonio di una di loro.
Protagonista della quinta giornata dell’IFF sarà l’Africa, con due produzioni che raccontano il continente da due angolazioni molto diverse. Selé M’poko, scrittore, produttore e regista, ha realizzato videoclip musicali e documentari e per cinque anni ha lavorato come regista televisivo per i più importanti canali africani. Il canale YouTube artist4africa, sul quale sono caricati i suoi lavori, ha circa 1,5 milioni di visualizzazioni. L’Ischia Film Festival avrà il piacere e l’onore di ospitarlo e di proiettare la commedia John of God alla casa del Sole.

Annunciata per la serata di domani la presenza di Enrico Lo Verso, che accompagnerà il film di Sebastiano Rizzo Nomi e cognomi.

Commenti

commenti