Il Musical Dome Köln di Colonia ha ospitato la presentazione alla stampa tedesca dell’ormai superceleberrimo spettacolo interpretato dall’intramontabile Ted Neeley, il Gesù originale del celebre film di Norma, Jewison che ancora una volta va in scena a firma Massimo Romeo Piparo: questa volta la storica edizione italiana di una delle più celebri opere rock andrà in tour in Europa a partire dal prossimo 4 aprile partendo  dall’Olanda, a Groningen (Martinplaza – dal 4 al 7 aprile) e successivamente ad Amsterdam (Afas Live – dal 12 al 14 aprile) e Den Hagg (World Forum Theater – dal 18 al 21 aprile), prima di raggiungere anche Colonia (Musical Dome Köln – dal 26 al 28 aprile) e Madrid dove sarà in scena dal 22 maggio al 9 giugno al Teatro de la Luz Philips Gran Vía.

La storica edizione italiana dell’opera rock più amata di tutti i tempi, già premiata in Europa con il prestigioso Musical World Award, non conosce quindi confini e continua a conquistare spettatori di tutte le età e di ogni nazionalità.

Un vero e proprio fenomeno internazionale dai numeri record: 24 anni di consensi di pubblico e critica, più di 1.600 rappresentazioni, 160 artisti che si sono alternati nel cast, oltre 1milione e 780mila spettatori dei quali 180.000 solo in Europa, quattro diverse edizioni e ancora, 12 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1994 al 2006, e con Ted Neeley, ininterrottamente dal 2014; Jesus Christ Superstar, prodotto dalla PeepArrow Entertainment in collaborazione per l’Europa con Tec – TheaterEntertainmentConcerts, è in lingua inglese e nella versione originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice.

Lo spettacolo, con la travolgente orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello, vedrà in scena un cast di incredibile talento: accanto al mitico Ted Neeley nei panni di Gesù, anche il brasiliano Nick Maia (Giuda), Paride Acacia (Hannas), Simona Distefano (Maria Maddalena), Andrea Di Persio (Pilato), Giorgio Adamo (Simone), Francesco Mastroianni (Caifa), Mattia Braghero (Pietro), Salvador Axel Torrisi (Erode), e un grande ensemble di acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce, con le scenografie di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona.

( Foto Margot De Heide )

 

 

Commenti

commenti