Home News Joseph Capriati ed il suo ultimo progetto discografico: l’intero ricavato alla Fondazione...

Joseph Capriati ed il suo ultimo progetto discografico: l’intero ricavato alla Fondazione Cannavaro-Ferrara

 

L’ultima uscita per il progetto ’Metamorfosi Remixes’, chiude la serie di 4 releases in cui le tracce dell’album ‘Metamorfosi’ di Joseph Capriati, uscito lo scorso anno sulla sua label Redimension, vengono remixate da alcuni tra i dj e producer più importanti della scena elettronica mondiale (nei precedenti volumi erano presenti nomi come Carl Cox, Masters At Work, François Kevorkian, Mathew Jonson e Gaetano Parisio).
Il quarto volume della serie sarà anche l’ultimo prima dell’uscita della collezione finale in triplo vinile a tiratura limitata prevista per l’autunno, ed è collegato ad un’importante iniziativa benefica, voluta da Joseph Capriati insieme a Dave Clarke, autore del remix di ‘Love Changed Me’ presente nella release: #JeStoVicinoAte (tradotto dal napoletano, “ti sono vicino”).

#JeStoVicinoAte è un progetto che intende aiutare famiglie e giovani napoletani in difficoltà, un’idea nata dalla volontà dell’artista campano e rappresentante della scena techno napoletana in tutto il mondo da circa 15 anni e del dj inglese, a sua volta molto legato a Napoli e alla sua cultura.

Capriati e Clarke hanno deciso di devolvere il ricavato delle vendite di questa uscita discografica alla Fondazione Cannavaro Ferrara, nata nel 2005 che opera per offrire opportunità di riscatto sociale ai giovani della Campania e in generale alle famiglie in difficoltà attraverso progetti benefici. La Fondazione prende il nome dai fondatori, i famosi calciatori Paolo e Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara.
Un fundraising legato a #JeStoVicinoAte è presente inoltre sulla piattaforma GoFundMe per ulteriori donazioni.

Joseph Capriati racconta la nascita di questo remix e del progetto di charity ad esso collegato:
“È molto difficile esprimere quello che provo quando parlo di Dave Clarke. In poche, semplici, parole, lui è stato uno dei primissimi artisti Techno che io abbia mai sentito e che mi ha ispirato e mi ispirerà sempre. L’ho ascoltato dal vivo per la prima volta a Old River Park (una venue leggendaria vicino a Napoli) nel 2004, e da quel momento è diventato uno dei miei eroi.
Ho avuto l’opportunità di condividere il palco con lui in diverse occasioni, una volta proprio a Old River Park – ed è stata una serata leggendaria. Abbiamo anche suonato b2b agli Awakenings in Olanda.
Abbiamo iniziato a sentirci e frequentarci nel 2009-2010 e da allora abbiamo costruito un vero e proprio rapporto di amicizia. Lo considero una delle persone più vere che conosca, un amico sincero che è in grado di dire in faccia quello che pensa e di dare preziosi consigli quando necessario.
Come artista non ha bisogno di alcuna introduzione, e quello che stiamo facendo con questo progetto e con il remix del mio pezzo ‘Love Changed Me’, realizzato in collaborazione con Eric Kupper e Byron Stingily, è davvero qualcosa di unico e di significativo per me, specialmente perché quando abbiamo ascoltato insieme la traccia, è arrivata da lui l’idea e la voglia di poterne realizzare una sua versione. Ha veramente sentito l’energia presente nel mio album Metamorfosi, un’energia che parla di libertà e che per me ha significato poter scoprire ed addentrarmi in nuovi stili. Ha capito perfettamente lo spirito del progetto ed ha confezionato una versione House della mia traccia House vocale.
Vedere Dave Clarke realizzare un remix house del mio brano, sulla mia label Redimension, significa molto per me. È un modo per mandare un messaggio a tutta la scena, un messaggio di libertà musicale ed un messaggio alle persone che sono frenate all’idea di tentare nuove vie, provare nuovi stili.
Il messaggio è – ‘Mai avere paura a fare ed esprimere la propria arte. Sempre seguire il cuore e quello che davvero si sente.’.
Un’altra cosa davvero incredibile di Dave è la sua generosità; davvero aiuta ed incoraggia la nostra scena in prima persona ad essere più trasparente e vera. Ed è venuta proprio da lui l’idea di donare quello che sarebbe stato il ricavato del suo remix in beneficenza: così il mio team ed io abbiamo pensato a Napoli ed alla Fondazione Cannavaro Ferrara, presieduta da due leggende del calcio napoletano, una fondazione che aiuta le persone in difficoltà a causa del Covid-19, i senzatetto e persone che necessitano di aiuto in generale. Il ricavato andrà interamente alla Fondazione FCF – ONLUS per supportare il loro progetto. Spero che al pubblico possa arrivare il nostro messaggio e ci possa sostenere in questa iniziativa, per supportarci nell’aiutare i meno fortunati e per l’incredibile lavoro house di Dave Clarke.”.

Dal canto suo, Dave Clarke ha espresso tutto il suo entusiasmo:
“Conosco Joseph da parecchio tempo ormai, da quando era un giovane promettente dj fino all’artista consolidato che è oggi. Anche se i nostri sound sono piuttosto diversi, abbiamo sempre trovato il tempo l’uno per l’altro e per condividere momenti speciali: l’anno scorso mi ha invitato a Barcellona per scattargli alcune foto e uno di quei ritratti è finito sulla cover di Billboard… poco prima che la pandemia ci bloccasse si era parlato dell’idea che potessi remixare un suo brano, io avevo in mente qualcosa che suonasse come la house degli esordi e ‘Love Changed Me’ suonava esattamente così, mi ha restituito un sentimento che mi mancava, una purezza, una semplicità e un’emozione ormai difficili da trovare.
Abbiamo parlato del remix e poi, quando la pandemia si è abbattuta sul mondo, ho pensato che fosse importante che non ricevessi alcun compenso economico per questo lavoro, ma che fossimo sicuri che i soldi ricavati potessero andare invece in beneficienza a chi ha passato un anno davvero terribile” dichiara infatti l’artista britannico.