Quarta edizione quella del 2019 del Festival dei Diritti Umani, la manifestazione organizzata da Reset-Diritti Umani e diretta da Danilo De Biasio: il tema dell’edizione 2019 è “Guerre e Pace”: Guerre: perché sono diverse le forme del conflitto. Pace: perché da costruire con linguaggi non violenti, con pratiche benefiche e soprattutto rivendicando diritti uguali per tutti.

La manifestazione è nata per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza dei diritti umani, giunge a Roma dopo Milano in Triennale (2 – 4 maggio), Bologna (7 maggio) e Firenze (8 maggio); in programma proiezioni di film e documentari, foto, testimonianze dirette, dibattiti con intellettuali e studiosi italiani e internazionali.

Il Festival,  è organizzato sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo e con il patrocinio di UNHCR – Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Città metropolitana di Milano, Comune di Milano, Regione Lazio, Assessorato alla persona, scuola e comunità solidale di Roma Capitale, Comune di Bologna, Regione Toscana, Amnesty International Italia, Università degli Studi di Milano-Bicocca.

L’appuntamento romano,al Museo nazionale delle Arti del XXI secolo ( MAXXI ), in Via Guido Reni 4/A é reso possibile grazie alla collaborazione con il MAXXI, prevede al mattino incontri dedicati agli studenti delle scuole superiori, protagonisti attivi del Festival, nel pomeriggio e la sera dibattiti e racconti in prima persona e proiezioni cinematografiche, in collaborazione con rassegne internazionali. Il programma completo della tappa romana è riportato qui appresso:

Ore 17.30 – Auditorium MAXXI

CHRIS THE SWISS di Anja Kofmel (Svizzera-Croazia, 2018, 90’) – Produttore in sala
Croazia, gennaio 1992. In pieno conflitto nella ex Jugoslavia, Chris, giovane reporter svizzero, viene trovato ucciso in circostanze misteriose. Indossa l’uniforme di una milizia straniera. Anja Kofmel è sua cugina. Fin da piccola ammirava quest’uomo dal fascino particolare. Divenuta adulta, decide di indagare per scoprire cosa è accaduto e comprendere l’implicazione reale di Chris in un conflitto complesso. Ne nasce questo film di grande intensità, attraverso l’indagine documentaristica e l’animazione, disegnata dalla stessa regista.

Ore 20.30 – Auditorium MAXXI

CHILD WAR REPORTERS di Khadija Al Salami (Yemen, 2018, 92’) – Prima europea
Attraverso la semplicità delle domande che due ragazzini yemeniti, mostrano al mondo la complessità della guerra che lo accompagna da quando sono nati. C’è una particolare attenzione verso l’Europa che vedono come una lontana entità unica e unita, da cui prendere esempio perché è riuscita a vivere in pace dopo tante guerre fratricide. Le interviste dei due reporter di guerra-bambini compongono una lettera che una generazione che non ha mai conosciuto la pace spedisce all’Europa, che viene individuata come soggetto in grado di rispondere a quell’appello. Le speranze dei “child war reporter” yemeniti sono ben riposte?

Sottotitoli in italiano.

L’ingresso al Festival dei Diritti Umani è libero e gratuito, fino ad esaurimento posti.

 

 

Commenti

commenti