Tribeca Enterprises e You Tube, gli organizzatori di “ We Are One: A Global Film Festival “ manifestazione alla quale collaborano 21 festival cinematografici internazionali, il cui programma è stato annunciato oggi all’indirizzo web www.weareoneglobalfestival.com, annunciano che la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia ha deciso si prendere parte all’evento che sarà online per 10 giorni dal 29 maggio al 7 giugno 2020 esclusivamente su YouTube.com/WeAreOne.

L’evento digitale di 10 giorni, presenta più di 100 film tra opere di finzione, documentari, talks, scelti per la prima volta da una collaborazione tra 21 importanti festival internazionali di 35 Paesi, il cui programma include inoltre discussioni, contenuti VR e performance musicali. Tra i titoli presentati sono incluse 13 prime mondiali, 21 prime online e otto prime online internazionali.

“Siamo onorati e felici di partecipare a We Are One – ha dichiarato il Direttore della Mostra di Venezia, Alberto Barbera – come segno di simpatia e solidarietà per i nostri amici del Tribeca, offrendo allo stesso tempo al pubblico mondiale un assaggio di ciò che facciamo a Venezia per sostenere concretamente i registi emergenti. Il nostro contributo al programma include tre cortometraggi (uno di un maestro, Guillermo Arriaga, due di giovani e talentuose registe, Kostantina Kotzamani e Clemence Poésy), nonché due lungometraggi realizzati nell’ambito del nostro programma speciale chiamato Biennale College – Cinema, di cui siamo particolarmente orgogliosi. Completano il programma, sei film in Virtual Reality provenienti dalle selezioni del Concorso VR, l’innovativa sezione introdotta dalla Mostra di Venezia per la prima volta tre anni fa”.

In particolare, la Mostra di Venezia contribuisce al programma online di We Are One: A Global Film Festival con i seguenti titoli:

  • Electric SwandiKostantina Kotzamani (Grecia, 2019) – cortometraggio
  • No one left behinddiGuillermo Arriaga (Messico, 2019) – cortometraggio
  • The Tears’ ThingdiClemence Posey (Francia, 2019) – cortometraggio
  • Passenger– Venice VR 2019
  • The Waiting Room– Venice VR 2019
  • Bloodless– Venice VR 2017, vincitore del Best VR Story
  • Isle of the Dead– Venice VR 2018, vincitore del Best VR Story
  • On Off– Venice VR 2017,  Biennale College
  • Daughters of Chibok– Venice VR 2019, vincitore del Best VR Immersive Linear Story
  • Beautiful ThingsdiGiorgio Ferrero (Italia, 2017) – lungometraggio Biennale College Cinema
  • Mary is Happy, Mary is Happydi Nawapol Thamrongrattanarit (Thailandia, 2013) – lungometraggio Biennale College Cinema

Biennale College – Cinema, è un laboratorio di alta formazione che dal 2012 arricchisce la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Finora ha realizzato con il grant Biennale 26 lungometraggi a microbudget (per una cifra non superiore a 150mila euro ciascuno), compresi i quattro che saranno proiettati alla prossima 77. Mostra (2-12 settembre 2020), promuovendo nuovi talenti che si sono affermati in tutto il mondo.

 E’ realizzato dalla Biennale di Venezia, ha il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema. Sponsor di Biennale College – Cinema è l’Università Telematica Pegaso. Biennale College – Cinema e si avvale della collaborazione accademica di IFP New York e del TorinoFilmLab. Direttore è Alberto Barbera, Head of Programme Savina Neirotti.

Beautiful Things (Italia), diretto da Giorgio Ferrero e prodotto da Federico Biasin, è stato realizzato in occasione della 5a edizione di Biennale College – Cinema (2016 – 2017). Dopo la prima mondiale alla Mostra di Venezia 2017, dove ha ottenuto il Premio Arca CinemaGiovani per il miglior film italiano, nel 2018 Beautiful Things ha vinto il primo premio nella sezione NEXT:WAVE dedicata ai registi emergenti al CPH:DOX di Copenhagen. Ha vinto inoltre il Best Sound Award al Moscow International Doc Film Festival, ed è stato presentato all’IFP e al FIT (Fashion Institute of Technology). Giorgio Ferrero ha tenuto sul film una masterclass a Yale.

Mary is Happy, Mary is Happy (Thailandia, 2013) diretto da Nawapol Thamrongrattanarit e prodotto da Aditya Assarat, è stato realizzato in occasione della 1a edizione di Biennale College – Cinema (2012-2013). Dopo la prima mondiale alla Mostra di Venezia 2013, ha partecipato al Taipei Golden Horse Film Festival, vincendo il Netpac Competition per il miglior film asiatico; al Busan Film Festival, al Tokyo Film Festival, al Torino Film Festival, al Rotterdam Film Festival, al Pan-Asia Film Festival, al San Francisco Film Festival. Ha vinto quattro Thailand National Film Awards (su 10): attrice, attrice non protagonista, fotografia, montaggio. È uscito in sala in Thailandia nel novembre 2013 con grande successo.

 

 

 

Commenti

commenti