È stata svelata la giuria di Cinéfondation, che avrà il compito di giudicare e commentare i 17 film usciti dalle migliori scuole cinematografiche di tutto il mondo. Il miglior titolo sarà premiato nel corso della cerimonia conclusiva, in programma per domenica 19 maggio al Grand Theatre Lumiére. I 5 membri della giuria assegneranno anche premi per tre dei 17 film studenteschi mostrati come parte della selezione Cinéfondation. I Premi saranno annunciati dalla Giuria giovedì 17 maggio durante una cerimonia di premiazione nel Teatro di Buñuel, che sarà seguita da una proiezione dei film vincitori. La giuria sarà presieduta da Bertrand Bonello e ne faranno parte 3 uomini e 2 donne di diversa estrazione.

 

BERTRAND BONELLO
Regista, sceneggiatore e compositore francese

VALESKA GRISEBACH
Regista, sceneggiatore e produttore tedesco

KHALIL JOREIGE
Regista e artista libanese

ALANTÉ KAVAÏTÉ
Regista e sceneggiatore franco-lituano

ARIANE IN LABORATORIO
Attrice francese

Valeska Grisebak: Dopo aver intrapreso gli studi di filosofia a Berlino e Monaco, si è dedicata completamente al cinema per diventare regista alla Film Academy di Vienna sotto la guida di Peter Patzak, Wolfgang Glück e Michael Haneke. Nel 2001, il suo film di diploma Be my Star ha ricevuto il premio al Toronto International Film Festival e il Grand Jury Award al Torino Film Festival. Il suo secondo lungometraggio, Longing, è stato invitato a partecipare alla Berlinale 2006. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Speciale della Giuria a Buenos Aires, il Grand Prix Asturias al Gijón Film Festival e il Premio Speciale della Giuria al Warsaw Film Festival. Nel 2017, il suo terzo lungometraggio, Western, ha debuttato al 70 ° Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard e ha ricevuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo.

Khalil Joirege: Khalil Joreige vive e lavora con Joana Hadjithomas. Autodidatti, sono diventati registi e artisti per necessità sulla scia delle guerre civili libanesi, inventando singolari modi di produzione che si alternano liberamente tra diversi formati e generi. I loro film sono stati presentati e premiati nei più importanti festival cinematografici internazionali e le loro opere esposte in musei, biennali e centri d’arte in tutto il mondo. Nel 2017 hanno ricevuto il prestigioso premio Marcel-Duchamp e sono attualmente in pre-produzione del loro prossimo lungometraggio. Co-fondatore di Abbout Productions con Georges Schoucair, Khalil Joreige è anche membro del Board di Metropolis Art Cinema, che sta attualmente sviluppando la nuova cineteca di Beirut.

Alanté Kavaite: Nata in Lituania, ha vissuto e lavorato in Francia dal 1992. Diplomata all’École d’Art d’Avignon. ha proseguito i suoi studi presso l’École des Beaux-Art de Paris. Ha diretto nel 2006 il suo primo lungometraggio Écoute le Temps (Fissures) con Émilie Dequenne, Ludmila Mikaël e Mathieu Demy. Il suo secondo film, Summer (The Summer of Sangaile), è stato pubblicato nel 2015 e selezionato in oltre cento festival internazionali (Berlinale, Stoccolma, Busan). Il prodotto ha ricevuto numerosi premi tra cui il premio alla regia di Sundance. È anche la co-sceneggiatrice di Evolution di Lucile Hadzihalilovic.

Arianne In Laboratorio: è nata ad Atene da genitori francesi ed è cresciuta in Grecia e Germania. Ha studiato recitazione alla Provence University, dove è stata co-fondatrice della compagnia teatrale Vasistas, in qualità di attorice, co-regista e coreografa. Dopo un progetto al Teatro Nazionale di Grecia ad Atene, ha fatto il suo debutto sul grande schermo con Attenberg di Athina Rachel Tsangari (Migliore attrice al Festival di Venezia 2010), poi Alps di Yorgos Lanthimos nel 2011. Negli anni successivi ha continuato a presentare progetti internazionali. Il più importante rimane Alice’s journey di Loucie Borleteau che le valse il premio come miglior attrice di Locarno.

Eugenio Bonardi

Commenti

commenti