Location assolutamente ben scelta quella che Nino Graziano Luca, Presidente della Compagnia Nazionale di Danza Storica, ha scelto per lo svolgimento  di una serata dedicata ai balli dell’epoca regency, un periodo che abbraccia un arco temporale tra il 1811 ed il 1820 durante il quale il regno d’Inghilterra era retto da re Giorgio IV e che, nell’uso comune del termine distingue invece un periodo di tempo ben più ampio che va dal 1795 ed il 1837, anno dell’incoronazione della regina Vittoria, ascendente dell’attuale Regina Elisabetta.

La Compagnia Nazionale di danza Storica si è esibita in quadriglie e country-dances, valzer e minuetti  che hanno fortemente attirato l’attenzione del pubblico nella sala detta “ Pinacoteca del tesoriere “ di palazzo Patrizi a Roma all’interno della quale sono, come per magia apparsi, in costumi dell’epoca, danzatori vestiti in abiti di stile napoleonico con nastri e grandi scialli, acconciature con chignon e riccioli per le donne e, per gli uomini, eleganti frac con colletto alto e panciotti attillati guarniti da fastosi jabot.

Molto apprezzata ed altrettanto ben studiata la preparazione dell’esibizione da parte del Presidente della Compagnia, futuro docente del corso di Alta Formazione “ Galatei e buone maniere, percorsi del costume “ presso l’Università di Roma La Sapienza, che ha anche sapientemente diretto i bravissimi danzatori nel corso dell’esibizione dopo aver condotto una accurata ricerca su specifici ed altrettanto noti manuali di danza regency.

Ospite della serata la raffinatissima attrice Jennifer Mischiati che, insieme con il Presidente della Compagnia, ha aperto le danze dando il via alla nutrita serie di esibizioni che si sono gradevolmente prolungate per circa due ore, intervallate da un gustoso break nel corso del quale sono state servite delicatezze gastronomiche provenienti da una nota fattoria reatina.

L’esibizione della Compagnia segue quella di pochi giorni fa a Modica nel corso della quale il Presidente Nino Graziano Luca è stato oggetto di complimenti da parte del Presidente della Rai Foa il quale si è complimentato con lui per l’opera svolta ai fini del recupero e della conservazione dei valori culturali dei quali è portatrice la danza storica.

Commenti

commenti