La femminilità della moda anni ’50 continua a essere di tendenza

Quando sentiamo parlare di moda e di vintage, la mente spesso vola indietro di alcuni decenni fino ad arrivare agli iconici anni ’50. Si parla di un periodo molto evocativo, che ancora oggi ci spinge a ripensare alla musica del tempo e al particolare abbigliamento di quell’epoca. Nel repertorio troviamo capi con trame a pois e motivi floreali, insieme a evergreen rappresentati dalle camicette e dalle classicissime gonne a ruota. In generale si parla di un look votato all’eleganza, ma non per questo banale o spento: al contrario, gli anni ’50 sono noti per l’originalità ed estrosità degli outfit. Non stupisce, quindi, che questo stile sia ancora molto amato e seguito: vediamo come declinarlo in un’ottica più moderna e come è giunto fino a noi per merito delle grandi pellicole hollywoodiane.

 

Un perfetto look moderno anni ‘50

 

Indossare questo look al giorno d’oggi significa reinterpretare una tendenza del passato attualizzandola. Per farlo è ad esempio possibile indossare capi come le camicie con stampe quadrettate più in linea con i trend odierni. Gli abiti con cintura in vita continuano invece a dominare le passerelle, anche stavolta in versioni più moderne e attuali. Fra i capi particolari da scegliere oggi si trovano i vestiti con fiori, insieme alle gonne con pois di ampie dimensioni in perfetto stile pin up. Non stupisce, dunque, che i marchi più famosi propongano vestiti anni 50 rivisitati in grado di rimandare allo stile e all’eleganza di quell’epoca. Come non citare poi le classicissime gonne a ruota che arrivano sotto al ginocchio e i pantaloni a sigaretta e a vita alta. Si chiude con gli accessori, come le scarpe con plateau tipiche di quegli anni.

 

Il new look nel cinema e nella storia

 

La moda degli anni ’50, come sicuramente saprete già, si è affermata anche per merito del cinema e di Hollywood. A questo proposito non si può non parlare di un must che tutti conoscono: Grease, la pellicola che più di tutte ha reso iconico lo stile degli anni 50 e 60. Vi basti pensare ai vari look sfoggiati dalla protagonista, Sandy, che indossa gonne a ruota e camicette, ma anche pantaloni e giacca di pelle molto aderenti e sensuali. Tutti questi outfit sono ancora oggi molto in voga e non smettono di piacere. Ma da dove deriva questa moda così particolare? Fu Dior il primo marchio a investire sugli abiti con il busto molto stretto e la gonna a corolla sotto al ginocchio. Erano anni di cambiamento e innovazione quando a distanza di poco tempo (era il 1955), la moda virò in direzione di capi più androgini come il tailleur femminile. Basta arrivare alla fine del decennio in questione per veder la moda mutare ancora una volta verso linee a pannocchia o a palloncino. Fu proprio questa effervescenza tipica dell’epoca che portò all’affermazione di uno stile così dinamico e vitale.

Per concludere, possiamo dire che oggi il look anni ’50 è tornato di moda, ma presenta alcune differenze rispetto al passato: tradizione e modernità vanno quindi a braccetto grazie ad una reinterpretazione delle tendenze del passato in chiave moderna.

Commenti

commenti